Mutuo per gli under 30: come e dove richiederlo a Rimini

I giovani che desiderano comprare casa hanno la possibilità di avere alcune agevolazioni. Vediamo quali sono per ottenere un mutuo

Per i giovani e per le coppie under 30 acquistare casa è un passo importante nella loro vita e relazione. Per realizzare questo desiderio spesso è necessario accendere un mutuo. Con l'attuale situazione economica mettere da parte i soldi per l'acquisto di una casa diventa complicato.

Ecco perchè il Governo ha predisposto un bonus per la prima casa, e anche molte banche offrono interessanti soluzioni per tutti i giovani al di sotto dei 30 anni che decidono di comprare un immobile.

L'acquisto a tassi agevolati

Proprio per questo motivo, a Rimini diversi istituti di credito erogano mutui per l'acquisto della prima abitazione a tassi agevolati e con la possibilità di finanziare per intero, o quasi, il prezzo di acquisto dell'immobile.

Le agevolazioni per l'acquisto della prima casa

Esistono comunque delle agevolazioni per l’acquisto della "prima casa", tra cui:
- l'applicazione dell’imposta di registro nella misura del 2%;
- l'applicazione delle imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna;
- se la vendita è soggetta ad Iva, sono dovute l’imposta di registro, quella ipotecaria e quella catastale nella misura fissa di 200 euro, oltre all’Iva ridotta al 4%.

Queste agevolazioni, però, possono essere applicate solo se l'acquirente soddisfa uno dei seguenti criteri: risiede nel comune in cui è sito l’immobile; si impegna a trasferirvi la residenza entro i successivi 18 mesi dall’acquisto; svolge la propria attività in quel comune.

Come richiedere il mutuo under 30 alla banca

Dopo aver scelto la banca, occorre compilare con la massima precisione la domanda di finanziamento, predisposta in forma di questionario, fornendo le seguenti informazioni:
- dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento;
- residenza;
- attuale abitazione: se in affitto, in proprietà o se presso terzi;
- composizione del nucleo familiare e persone a carico;
- occupazione attuale: se dipendente o lavoratore autonomo;
- anzianità di servizio o di lavoro autonomo;
- reddito netto mensile e annuale;
- descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (come la superficie totale)
- valore della costruzione;
- dichiarazione di non avere debiti o di averne (in quest'ultimo caso occorre precisare l'importo e l'identità dei creditori).

Una volta ricevuti i dati, la banca può esprimere un primo "parere di fattibilità", in base per esempio al reddito netto del richiedente e dei suoi familiari (nucleo familiare) o al valore dell'immobile oggetto del finanziamento.

Prestito d'onore: cos'è e come attivarlo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento