Inizia la rassegna "A teatro con mamma e papà" al Villa di San Clemente

Rassegna della domenica pomeriggio con spettacoli per bambini e genitori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Riccione, 14 Febbraio 2017 Oggetto: Stupirsi, sognare ed imparare: partono le domenicali di A Teatro con Mamma e Papà al Teatro Villa Tanta voglia di sognare, stupirsi ed imparare: torna al Teatro Villa, da Febbraio ad Aprile 2017, la rassegna A teatro con mamma e papà, il teatro per bambini e adulti insieme, che offre quest'anno molte novità con Compagnie che calcano per la prima volta il Palcoscenico del Villa: dal circo-teatro di Kalinka- il circo russo come non l'avete mai visto! (domenica 19 febbraio) del formidabile duo Nando e Maila e i loro attrezzi volanti e "suonanti", al Riccardo III dei riminesi Korekanè, raccontato fra musica e parodia comica; dal nuovo Spizzichi di Pizzico del tenero clown inventato da Mirco Gennari (domenica 5 marzo) fino ai meravigliosi Moztri!, "inno all'infanzia" dei bergamaschi Luna e GNAC, dedicato a tutti bambini difficili e così speciali (domenica 2 Aprile). Grazie al Contributo del Comune di San Clemente, si rinnova anche il progetto Con la classe al Villa con repliche in matinèe per per le scuole medie (Riccardo III: sabato 4 Marzo), primarie e materne (Moztri!- inno all'infanzia: lunedì 3 Aprile) a cui si aggiunge il delicatissimo SeMino della compagnia La Luna nel Letto di Bari (lunedi 10 aprile). La piccola stagione del Teatro Villa è organizzata da Città Teatro e dal Comune di San Clemen- te (RN), con il contributo della Regione Emilia Romagna; grazie a Birra Amarcord. Direzione e or- ganizzazione Associazione Città Teatro. Informazioni e prenotazioni tel 391.3360676 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13). mail: teatrovilla@cittateatro.it (specificando nome, numero di posti e spettacolo) www.cittateatro.it/teatrovilla FB: Città Teatro Biglietti : A TEATRO CON MAMMA E PAPA ingresso unico € 5,00 CON LA CLASSE A TEATRO (matinée per le scuole): biglietto unico € 5 (gratuito per insegnanti accompagnatori). Teatro Giustiniano Villa - via Tavoleto 69, frazione Sant'Andrea in Casale San Clemente (RN) ////////////////// (segue il crono-programma e scheda dettagliata del primo spettacolo Kalinka) Domenica 19 febbraio ore 17.00 / circo teatro Nando e Maila KALINKA, IL CIRCO RUSSO COME NON L'AVETE MAI VISTO! di e con Maila Sparapani e Ferdinando D'Andria Regia di Luca Domenicali "Kalinka" è un varietà circense dove la musica dal vivo s'intreccia con gags, tormentoni, acrobazie aeree e giocolerie. Nando e Maila costituiscono una coppia bene assortita: lui (Mascherpa) è uno sgangheratissimo impresario-presentatore-spalla, lei (Maila Zirovna) è una non meno pasticciona primadonna venuta-scappata-scacciata, dalla grande tradizione circense della Russia sovietica. Spassosamente cialtroni, il duo ci sorprende con "acrobazie musicali", trasportando il pubblico dal folclore russo a quello sudamericano, passando per suggestioni arabe, tzigane, canti sardi e pizziche tarantate. Per l'occasione il Teatro Villa si trasformerà in una disposizione che ricorda lo Chapiteau del circo, per far posto alla struttura per il tessuto aereo: una sorpresa in più per stupire grandi e piccoli. Domenica 5 marzo ore 17.00 Korekanè RICCARDO III con Alberto Guiducci e Tiziano Paganelli - regia Alberto Guiducci, con la collaborazione di Chiara Cicognani Chi ha paura di Riccardo III? Uno dei testi più potenti e più incisivi che Shakespeare abbia scritto è un concentrato di adrenalina, introspezione e cattiveria che non ha eguali, raccontando in modo paradigmatico la seduzione del potere. Far conoscere in maniera "semplice", "popolare" ed "accattivante" quest'opera è stato uno degli obiettivi del lavoro: lo spettacolo è basato quindi sul gioco tradizionale del clown Bianco e dell'Augusto, fra comicità e musica, tradizione popolare, narrazione e opera classica. Sabato 4 marzo ore 10.00 / Con la classe a teatro replica di Riccardo III per scuole medie (su prenotazione) Domenica 19 marzo ore 17.00 Città Teatro SPIZZICHI DI PIZZICO di e con Mirco Gennari, in collaborazione con Loris Pellegrini e Fabio Magnani - Nuova produzione 2017 C'era una volta una merenda che per motivi sempre più assurdi proprio non si riesce a fare... a pancia vuota si ragiona male! Pizzico allora, per dimenticare la fame insidiosa, si distrae e inanella così clownerie, numeri di mimo ed equilibrismo, giocando con l'assoluta libertà del clown, quando tutto può accadere, sino a sfiorare il brivido... ma naturalmente si tratta solo di un altro scherzo, un altro degli spizzichi di Pizzico! Domenica 2 aprile ore 17.00 Luna e GNAC MOZTRI! INNO ALL'INFANZIA con Michele Eynard e Federica Molteni regia Carmen Pellegrinelli Questa è la storia di Tobia, un bambino di poche parole, che ama stare solo e soprattutto che ama disegnare mostri. Ma è anche la storia dei suoi genitori, Cinzia e Augusto, che si disperano per il fatto di avere un figlio così difficile; riuscirà Tobia a farsi capire dai grandi? E come sarebbe il nostro mostro se Tobia ci mettesse una matita in mano? Uno spettacolo poetico, comico e originalissimo, capace di coinvolgere i bambini e commuovere gli adulti. Lunedì 3 aprile ore 10.00 / Con la classe a teatro replica di MOZTRI! Inno all'infanzia per scuole primarie I e II ciclo (su prenotazione) Lunedì 10 aprile ore 10.00 / Con la classe a teatro replica per scuole materne e primarie I ciclo (su prenotazione) La luna nel letto - Ass. fra il dire e il fare - Teatri Abitati SEMINO con Annarita De Michele, Leonard Lesage disegni, scene e luci, regia Michelangelo Campanale Mino ha una tana in giardino, da cui ogni giorno esce per raccogliere foglie secche da conservare. Ma un bel giorno in quel giardino a Mino capiterà di non raccogliere più soltanto foglie secche, ma anche un seme, lasciato lì, forse non per caso, da una curiosa signora. SeMino, è una storia delicata, dolce e sospesa come le attese. Non solo una ricerca sull'educazione ambientale, ma metafora della crescita, della trasformazione, dell'apertura gioiosa verso la vita a partire dalla relazione con l'altro.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento