Sabato, 25 Settembre 2021
Meteo

Ancora una giornate bollenti, i temporali arriveranno nel week end

La colonnina di mercurio arriverà a sfiorare i 40 gradi tra martedì e mercoledì, scatta il monitoraggio dell'Ausl per gli anziani e le persone fragili

Una settimana infuocata quella che aspetta il riminese dal momento che, secondo le previsioni del metereologo di 3bmeteo.com Manuel Mazzoleni, l’anticiclone resterà protagonista in Emilia-Romagna almeno sino a giovedì anche se perderà gradualmente smalto, incalzato da correnti atlantiche in avvicinamento dalla Francia. Dopo l’apice del caldo atteso tra martedì e mercoledì nel corso dei prossimi giorni le temperature sono destinate a calare, perdendo anche 5/6°C. In particolar modo tra Emilia orientale e interne romagnole, dove oggi si registrano massime localmente sino a 36/38°C, i termometri entro venerdì scenderanno a tratti anche sotto i 30°C, mentre sulla Riviera si passerà dai 31/33°C ai 26/28°C. L’indebolimento dell’anticiclone permetterà così la comparsa giovedì dei primi isolati rovesci o temporali su Appennino e interne romagnole mentre venerdì saranno più diffusi e intensi in particolar modo tra Est Emilia e Romagna.  Preludio al maltempo atteso poi domenica quando una vera e propria perturbazione attraverserà il Nord portando rovesci e temporali anche sulla Romagna nella seconda parte della giornata

Un campanello di allarme per i tanti di anziani, soprattutto quelli più soli, che vedono acuirsi i problemi di salute e di isolamento sociale.
Per questo, con il grande caldo, aumenta anche l’attività del piano di emergenza del nucleo fragilità anziani del distretto nord. Priorità a quelli più soli e più deboli, che vengono monitorati telefonicamente, testando non solo lo stato di salute ma anche quello psicologico. Circa un migliaio quelli seguiti su tutto il territorio. Spesso la telefonata di controllo diventa terapeutica di suo, visto che molti di questi anziani vivono soli e sentirsi cercati, accuditi ed ascoltati già porta degli effetti positivi. Nei casi più gravi, scatta la segnalazione ai servizi sanitari per il pronto intervento. Nel piano sono inserite tutta una serie di attenzioni per prevenire l’isolamento degli anziani e il conseguente disagio che col grande caldo può potenzialmente trasformarsi in criticità più gravi. Oltre alle telefonate sono previste per alcuni casi specifici visite domiciliari e coordinamento con i servizi sociosanitari e di pronta assistenza. Le principali azioni previste dal Piano Emergenza Caldo contemplano in primo luogo lo stretto raccordo tra gli enti locali e l’Ausl, con i medici di medicina generale, con le associazioni di volontariato e le organizzazioni no profit per rendere gli interventi sinergici e quindi più efficaci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una giornate bollenti, i temporali arriveranno nel week end

RiminiToday è in caricamento