A Rimini il primo Congresso di Lista Civica Italiana: "Siamo il partito dei cittadini"

Si è svolta a Rimini la due giorni del primo Congresso nazionale di Lista Civica Italiana, la formazione che è nata per opera di semplici cittadine-i e dall’iniziativa di liste civiche locali e associazioni

Si è svolta a Rimini la due giorni del primo Congresso nazionale di Lista Civica Italiana, la formazione che è nata per opera di semplici cittadine-i e dall’iniziativa di liste civiche locali e associazioni. Il documento finale, discusso e votato dalla Assemblea nazionale, identifica e formalizza ruolo, strategia, programma politico ed organizzazione territoriale. "Mai era nata una lista civica nazionale per iniziativa dei diretti interessati", si legge in nota di Lista Civica Italia.

"LCI - viene evidenziato in una nota - si considera a tutti gli effetti il “partito dei cittadini” .Organizzata in modo da differenziarsi dai partiti tradizionali, la lista dà ai propri aderenti la possibilità di intervenire sugli aspetti decisionali grazie agli strumenti della democrazia diretta (uno vale uno), adotta la nonviolenza, pratica la trasparenza dei bilanci e delle decisioni. Il ruolo politico e strategico di Lista Civica Italiana é di colmare l’enorme vuoto lasciato dal disfacimento dei partiti, incapaci di dare soluzioni alla crisi di cui sono essi stessi responsabili e di superare la delusione provocata dall’assenza di democrazia e di partecipazione del movimento di Grillo che, chiuso nelle sue posizioni, contribuisce allo stallo politico".

Gli obiettivi di Lista Civica Italiana sono chiari: "mettere al centro della politica le persone e non i mercati, riforma del sistema politico e delle regole che lo determinano, la creazione di una nuova legge elettorale, la difesa del territorio, la riconversione ecologica dell’economia, l’abolizione dei privilegi e la legalità, il ricorso alla democrazia diretta da affiancare a quella rappresentativa per un efficace controllo di chi governa, la lotta agli sprechi e per un fisco equo, progressivo e solidale, in linea con il dettato costituzionale".

"A partire da questi capisaldi è stato sviluppato un esteso programma politico che affronta la crisi in maniera complessiva puntando a incrementare l’occupazione nei settori sostenibili - continua la nota -. Grazie alla recente esperienza del Movimento 5 Stelle gli italiani oggi sanno che cambiare è possibile, ma che per farlo non ci si può più affidare ad un unico leader e non si può fare politica senza preparazione e partecipazione. Per tale motivo fra i punti identificati dalla Assemblea di LCI spicca la proposta di mettere a disposizione di tutti un modello partecipativo garantito da regole precise ed efficaci, corsi di formazione per gli amministratori, strumenti tecnici e teorici per tutti gli aderenti".

"Lista Civica Italiana vuole essere una “struttura di servizio” per i cittadini, per le Liste civiche, i comitati, le associazioni che vogliono occuparsi dei problemi dei loro territori e del loro futuro superando la frammentazione - prosegue la nota -. LCI ritiene necessario proporre un quadro di riferimento politico, una strategia coerente e una visione nazionale a quanti ricercano il bene comune e non solo interessi identitari o localistici. Centinaia di positive esperienze di cambiamento economico e sociale agite sul territorio avranno così uno strumento per darsi una efficace rappresentanza politica per riuscire finalmente a incidere sulla politica nazionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento