menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeradria, il Pdl. "Gnassi e Vitali colpevoli, tirare fuori altri soldi"

Interviene sulla questione aeroporto anche il consigliere comunale del Pdl, Gennaro Mauro. "“Gnassi e Vitali hanno delle gravissime responsabilità politiche"

“Aeradria vive momenti drammatici, tra evidenti incapacità del proprio management, dettate anche da scelte"folli" dei soci pubblici, e indagini penali, amministrative e contabili. In questo contesto il compito del Comune di Rimini e della Provincia e degli altri soci pubblici, è quello di creare le condizioni affinché la nostra azienda aeroportuale non fallisca”. Interviene sulla questione aeroporto  anche il consigliere comunale del Pdl, Gennaro Mauro.

“E se ciò dovesse significare dare seguito all'impegno preso nel 2009 dal Comune di Rimini e dalla Provincia nell'assemblea dei soci di Aeradria, di corrispondere contributi co-marketing, Gnassi e Vitali devono, senza pensarci su un secondo, provvedere a dare seguito a quanto deciso dai loro predecessori. La maggioranza di centro sinistra che governa il Comune e la Provincia dovrà assumersi l'onere di approvare la corresponsione dei contributi, e dopo le "scelte scellerate" compiute in questi anni non potrà chiedere il coinvolgimento del Popolo della Libertà. - continua Mauro - Sarà poi, la Corte dei Conti ad accertare eventuali responsabilità di natura patrimoniale a carico di chi prima ha preso un impegno, e poi ha deciso di non onorare consapevole delle conseguenze derivanti da tale comportamento”.

“Gnassi e Vitali hanno delle gravissime responsabilità politiche, e non è neanche lontanamente ipotizzabile che lascino al proprio destino Masini e tutti componenti del Consiglio d'amministrazione di Aeradria, rei di aver iscritto in bilancio crediti vantati da soci pubblici. Come si fa a non tener conto che la CARIM si è esposta fornendo liquidità ad Aeradria anche alla luce dei crediti vantati dalla società aeroportuale da Comuni e Province? Se questi crediti erano inesistenti, perché non si è subito provveduto a chiederne la cancellazione dai bilanci di Aeradria? Gnassi e Vitali sono colpevoli almeno quanto Masini. Bisogna agire in fretta, bisogna immettere nuova liquidità in Aeradria coinvolgere i creditori, e in primis CARIM anche attraverso una cessione di quote di proprietà della società. Non possiamo lasciare che Aeradria venga affossata dalla magistratura. Ci sarà poi tempo per un approfondito dibattito sulle responsabilità politiche di questo dissesto finanziario”, conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento