menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, la Provincia affida il bando di privatizzazione a Eurafrica Merchant

La Provincia di Rimini ha affidato a Eurafrica Merchant Spa il servizio di realizzazione di un bando per l'individuazione di investitori per la privatizzazione di Aeradria, la società che gestisce l'aeroporto 'Federico Fellini'

La Provincia di Rimini ha affidato a Eurafrica Merchant Spa il servizio di realizzazione di un bando per l'individuazione di investitori per la privatizzazione di Aeradria, la società che gestisce l'aeroporto 'Federico Fellini'. Lo ha reso noto in un incontro con la stampa il presidente della Provincia, Stefano Vitali. Eurafrica Merchant Spa si è aggiudicata il bando emesso dalla provincia di Rimini su base economica di 16mila euro, nel quale si chiedeva la presenza di esperti di gestione di aeroporti, e la società vincitrice, che ha sede a Roma, altri uffici europei oltre che a Tripoli, ha presentato tre ex manager aeroportuali.

Eurafrica Merchant avrà tempo fino al 3 maggio per proporre l'elaborazione con la quale ricercare sul mercato di investitori. Su Aeradria è pendente davanti al Tribunale di Rimini la procedura per l'ammissione al concordato in continuità. La ricerca di capitali privati sarà - spiegano dalla Provincia - nei tempi e nel rispetto della procedura di concordato.

Sulla questione è intervenuto il Movimento 5 Stelle: "Preso per assunto che la Provincia, in quanto socio di Aeradria, ha tutto il diritto di cercare di salvare la società. Esiste però una costrizione determinata dal fatto che chi agisce, in questo caso, è un organo Politico ed Amministrativo. La situazione in cui versa Aeradria è determinata dall'incapacità del suo management e soprattutto degli azionisti che lo hanno selezionato, che hanno fatto finire in tribunale una società di gestione per il cui aeroporto passa(va)no un milione di passeggeri all'anno, almeno così ci hanno raccontato".

"Il fatto che questo Consiglio amministrazione sia ancora al suo posto, è una responsabilità tutta politica (Provincia e Comune detengono la maggioranza  assoluta delle quote azionarie) e dunque anche di Vitali - evidenzia il Movimento 5 Stelle -. La responsabilità è ancora più grave se si considera che la situazione era già nota da tempo e questo tentativo di trovare soci privati viene fatto quando il concordato in continuità è seriamente osteggiato dal parere di un Pubblico Ministero".

I grillini, auspicando il salvataggio dell'aeroporto, ribadiscono "che perché questo serva a non farlo trovare nella stessa situazione entro poco tempo ci sono alcune condizioni. La prima, come già deciso dal Consiglio Comunale, è che il Consiglio di Amministrazione di Aeradria venga azzerato e la seconda è che persone come Gnassi e Vitali smettano di deliberare per attività che sono molto lontane dalle loro capacità e competenze. Se decisioni valide non sono state prese quando c'era il tempo, non vediamo come possano essere prese entro maggio, anche in considerazione del fatto che le determinazioni del Partito Democratico, come dimostrato in questi giorni, non hanno più legittimazione popolare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento