menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, i consiglieri regionali di Forza Italia emiliani chiedono il piano industriale

Lo sottolineano tre consiglieri di Fi-Pdl, Fabio Filippi, Andrea Leoni e Luigi Giuseppe Villani, in un'interrogazione rivolta alla Giunta regionale, in cui segnalano in particolare il caso di Aeradria

"Tra le venti società a partecipazione pubblica con maggiori perdite, fra quelle censite dal commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, tre sarebbero emiliano-romagnole". Lo sottolineano tre consiglieri di Fi-Pdl, Fabio Filippi, Andrea Leoni e Luigi Giuseppe Villani, in un’interrogazione rivolta alla Giunta regionale, in cui segnalano in particolare il caso di Aeradria, la società di gestione dell’aeroporto Federico Fellini di Rimini e della Repubblica di San Marino, che vede la partecipazione della Regione Emilia-Romagna per una quota del 7,6 per cento, oltre a quelle della Provincia di Rimini, con il 47,7 per cento, del Comune di Rimini, con il 17,8 per cento, della Camera di Commercio riminese con il 9,7 per cento e del Comune di Riccione con il 4,7 per cento.

I firmatari ricordano che, "nell’ultimo quinquennio, la Regione avrebbe investito in Aeradria, circa 1,5 milioni di euro e che questa società avrebbe un debito di circa 50 milioni di euro, per cui, a loro avviso, sarebbe “evidente il rischio di fallimento: senza il requisito della solidità finanziaria, infatti, Enac potrebbe non rinnovare la concessione allo scalo”. Il piano nazionale presentato dal ministero dei Trasporti, inoltre, - scrivono i consiglieri - avrebbe promosso il Fellini di Rimini, relegando a scali non strategici il Verdi di Parma e il Ridolfi di Forlì (chiuso ai voli commerciali da metà 2013)".

“Il problema delle partecipate indebitate” sarebbe, quindi, - a parere di Filippi e colleghi - “marcatamente presente anche nella nostra regione”: di qui la richiesta alla Giunta di "conoscere il piano industriale della società Aeradria per rilanciare l’aeroporto riminese, se investitori esterni, come appreso dai media, siano interessati alla sua gestione e quali siano le prospettive e le previsioni del piano regionale sulla gestione degli aeroporti presenti sul territorio emiliano-romagnolo per quanto riguarda questo scalo". I consiglieri chiedono anche "l’elenco aggiornato delle società alle quali partecipa la Regione Emilia-Romagna, vogliono sapere quali tra queste società siano in passivo e in che misura, sollecitano risposte sui motivi della gestione “inadeguata” di numerose partecipate e su come intenda agire la Regione per cambiare l’attuale situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento