Agenzia Mobilità diventa società a responsabilità limitata, Tosi: "Trasformazione non necessaria"

Nel suo intervento messo a verbale il sindaco Tosi ha ribadito per l’ennesima volta "che lo Statuto del nascente consorzio Amr sul quale i Comuni soci devono esprimere il proprio assenso, attraverso i propri consigli comunali, deve essere depositato formalmente presso la società nei termini previsti dalla legge"

FOTO DI REPERTORIO

L’assemblea di Agenzia Mobilità Rimini ha approvato martedì mattina la trasformazione in società consortile a responsabilità limitata dalla forma attuale di consorzio azienda. Contestualmente l’assemblea ha approvato gli indirizzi per il progetto di scissione del ramo di azienda Trasporto Pubblico Locale nell’ottica di giungere alla successiva costituzione dell’Agenzia unica della Mobilità Romagnola. Un'approvazione che il sindaco di Riccione, Renata, Tosi ha contestato perché "basata su uno statuto non adeguatamente depositato nella sede sociale".

Nel suo intervento messo a verbale il sindaco Tosi ha ribadito per l’ennesima volta "che lo Statuto del nascente consorzio Amr sul quale i Comuni soci devono esprimere il proprio assenso, attraverso i propri consigli comunali, deve essere depositato formalmente presso la società nei termini previsti dalla legge". “Una prassi - ha dichiarato il sindaco di Riccione -che espone i sindaci, che oggi hanno invece votato la trasformazione secondo uno Statuto fatto circolare dal comune di Rimini, senza che questo, nonostante alcune alchimie protocollari, sia stato legittimamente depositato nei termini previsti per legge, ad una serie di probabili responsabilità personali".

"A nessuno infatti è sfuggito che si è approvata un’operazione di trasformazione e una successiva operazione di scissione e aggregazione che, senza nessuna perizia di valutazione terza, dispone già un debito strutturale di oltre 1 milione di Euro l’anno, a cui ogni Comune, per la propria parte, dovrà far fronte - continua Tosi -. E non basta rilevare anche che nessun Comune tra tutti coloro che oggi l’hanno approvato ha provveduto ad inserire nel proprio Bilancio di previsione una voce a copertura di questo impegno. Il che lascia credere che, al di là della legittimità dell’approvazione, su cui intendo procedere legalmente, resta aperto per tutti loro il rischio che si fa certezza di dover contabilizzare a breve tale importo tra i debiti fuori bilancio”. 

"Ancora una volta - conclude il sindaco - si va avanti con un modo di procedere improvvisato e disorganico, all’interno del quale il comune di Rimini si ostina ad interpretare un ruolo impositivo ed egemonico, che senza tenere conto dei rischi che possono condurre a vere e proprie azioni dirette di responsabilità, obbliga i sindaci targati Pd, ad avvallare un’operazione che tutto si può permettere fuorché la fretta e l’improvvisazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento