Al cinema Fulgor la conclusione della campagna elettorale per il centro sinistra

La serata vedrà ospite Piero Fassino insieme al sindaco Andrea Gnassi, a Sergio Pizzolante (candidato alla Camera all'uninominale), Tiziano Arlotti (candidato al Senato) e agli altri candidati della coalizione.

Amaracmand! Domenica 4 marzo può essere di nuovo il “ciak si gira” dell’Italia migliore, quella che produce, che include, quella impegnata a costruire un futuro sereno e possibile per tutti. L'Italia del centrosinistra, che domani sera alle 21 al cinema Fulgor di Rimini ha in programma l'evento di chiusura della campagna elettorale. Una campagna sobria ma capillare, che ha macinato migliaia di chilometri sul territorio e ha visto centinaia di incontri fra i candidati e cittadini, associazioni, categorie economiche. Proprio “Amaracmand, il 4 marzo!” è il titolo scelto per la serata di domani, che vedrà ospite Piero Fassino insieme al sindaco Andrea Gnassi, a Sergio Pizzolante (candidato alla Camera all'uninominale), Tiziano Arlotti (candidato al Senato) e agli altri candidati della coalizione. Dopo l'incontro, l'evento proseguirà con la proiezione, alle 22, del film “Il filo nascosto” (biglietto speciale ingresso incontro + film 5 euro).

"Una serata con sostenitori e volontari - spiega la nota stampa - per riaffermare la propria identità e il proprio impegno, fatto di azioni concrete e di solidarietà, affinché non esca dalle urne l’Italia peggiore, quella dei piazzisti di promesse irrealizzabili, dei venditori di fumo, dei seminatori d’odio, dei neofascisti, delle chiusure anacronistiche. Una conclusione della campagna elettorale per riaffermare con convinzione la necessità di recarsi alle urne e di esprimere il proprio voto con consapevolezza, lasciando da parte populismi e rabbia, atteggiamenti e sentimenti che a nulla conducono.  Non è in discussione un’ideologia, è la stessa tenuta della democrazia che è in gioco. Occorre unire le forze più moderate capaci di riflettere e realizzare per arginare populismi e demagogia, paura e rabbia indotte da schieramenti politici delle false promesse, delle facili campagne per screditare gli avversari, delle frasi aggressive per toccare la pancia degli elettorali e non la loro testa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento