menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al posto della ex colonia Mater Dei un albergo a 4 stelle

“La realizzazione del nuovo complesso alberghiero in sostituzione dell’attuale colonia Mater Dei rappresenta un’eccezionale opportunità di crescita per la città, basata sul principio della rigenerazione urbana"

“La realizzazione del nuovo complesso alberghiero in sostituzione dell’attuale colonia Mater Dei rappresenta un’eccezionale opportunità di crescita per la città, basata sul principio della rigenerazione urbana. L’attuale area rappresenta infatti un caso di degrado urbano da riqualificare al più presto”, lo afferma  Maurizio Pruccoli, assessore ai Lavori pubblici, urbanistica e progetti speciali del Comune di Riccione, in risposta ad alcune critiche della minoranza.

“La proposta del Fondo di investimento Serenissima Sgr è volta a realizzare un albergo a quattro stelle superiore di 180 camere che si colloca perfettamente nella strategia turistica della città. La scelta di Riccione deve inorgoglire ogni cittadino in quanto le ragioni che hanno indotto la società a scegliere la nostra località in luogo di alternative straniere, tengono conto e valorizzano le eccellenze del territorio quali le terme, la ricettività congressuale, i parchi, l’appetibilità commerciale e sportiva di Riccione e il sistema di efficienza complessiva della città. - continua l'assessore - La realizzazione dell’opera consentirà di beneficiare di 25 milioni di investimento che, soprattutto in questo periodo di crisi ben aiuteranno il tessuto artigianale locale, 80 posti di lavoro per altrettanti riccionesi disoccupati, un indotto legato ai consumi dei turisti e ai loro acquisti che avvantaggeranno il tessuto commerciale locale in forte difficoltà. Non è d’altra parte un caso che il progetto abbia ottenuto il plauso di tutte le associazioni di categoria che hanno preso visione dell’iniziativa e hanno incontrato la proprietà promotrice”

“Nel dettaglio tecnico,  - spiega Pruccoli - si precisa in primo luogo che sia la tipologia dell’intervento, sia la nuova destinazione d’uso sono ammesse ed anzi auspicate dal PSC, Piano strutturale comunale. L’incremento della superficie utile, al di sotto di 700 mq, è inferiore al 5% della superficie complessiva ed è inferiore quindi all’incremento medio ammissibile dal Piano Stutturale. A tale riguardo si rammenta che l’incremento oggi ammesso per le strutture alberghiere che si riqualificano può raggiungere il 20%”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento