menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata la nuova legge sul turismo: "Giacimento di ricchezza che ci rende unici"

"Durante l’iter di stesura della legge sono state circa 60 le assemblee sul territorio cui la giunta o i consiglieri hanno partecipato e quasi 900 i protagonisti del turismo incontrati nelle assemblee o in singoli incontri", afferma Rossi

Approvata dall’assemblea legislativa la nuova legge regionale sul turismo “Ordinamento turistico regionale – Sistema organizzativo e politiche di sostegno alla valorizzazione e promo commercializzazione turistica” la cui relatrice è stata la consigliere Pd riminese Nadia Rossi. "Mettiamo mano alla governance della promo-commercializzazione dei nostri territori che vogliamo valorizzare con forza ed efficacia integrando al meglio i prodotti di qualità con le possibilità di turismo in regione e con le tante opportunità artistiche, culturali, naturalistiche, sportive e di svago che il nostro territorio offre: un giacimento di ricchezza che ci rende unici al mondo", esordisce Rossi.

"Durante l’iter di stesura della legge sono state circa 60 le assemblee sul territorio cui la giunta o i consiglieri hanno partecipato e quasi 900 i protagonisti del turismo incontrati nelle assemblee o in singoli incontri - afferma Rossi -. L’impegno concertativo è insomma stato forte e prosegue nelle previsioni della legge stessa che individua una cabina di regia regionale all’interno della quale attivare una proficua collaborazione fra i soggetti istituzionali e rappresentativi, pubblici e privati, del settore turistico. Anche a livello locale lo strumento della concertazione assume un ruolo di rilievo: la nuova organizzazione di promozione del turismo passa infatti dalla commercializzazione delle nuove “Destinazioni Turistiche” di area vasta".

"L’innovazione della nuova legge sul turismo sta proprio qui: passare da una vision esclusivamente incentrata sui prodotti e pochissimo sulle destinazioni, ad una vision dove la destinazione ed il territorio assumono un ruolo strategico ed integrato al prodotto - aggiunge il consigliere regionale -. Pensiamo che questo sia il modo per essere competitivi in un mercato che punta sempre più all’internazionalizzazione e alla differenziazione dell’offerta turistica. Superiamo i campanilismi per raggiungere il nostro obiettivo primario: alzare i valori economici del turismo regionale e promuovere l’occupazione e il lavoro di professionisti e operatori, senza tralasciare l’aspetto della legalità".

"Proprio su questo tema - chiosa Rossi - insieme all’approvazione del testo di legge, ho predisposto un ordine del giorno per impegnare la Giunta regionale a promuovere la tutela della legalità nel settore del turismo, al fine di favorire la leale concorrenza fra operatori intensificando i controlli e realizzando banca dati informatica delle imprese esercenti il commercio al fine di verificare, sulla base dei dati disponibili, la frequenza dei cambi di gestione, le attività i cui titolari sono stati interessati da provvedimenti di condanna definitiva di natura penale o da gravi provvedimenti sanzionatori di natura amministrativa, nonché la regolarità contributiva. Invito tutti ad essere orgogliosi di quello che abbiamo, di ciò che la nostra cultura, il nostro ingegno e operosità ci hanno permesso di costruire sulla nostra bella terra, rendendola un patrimonio unico e collettivo: un prezioso bene di tutti da continuare a valorizzare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento