Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Approvati alla Camera i provvedimenti per il settore ittico e della pesca

Il provvedimento, che passa all’esame dell’altro ramo del Parlamento, prevede una serie di deleghe al Governo

La Camera ha approvato ieri pomeriggio le deleghe al Governo per il riordino e la semplificazione normativa nel settore ittico e per le politiche sociali nel settore della pesca professionale. “Si tratta di misure attese dal comparto della pesca – spiega il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti -, che da anni vive una crisi strutturale, causata dagli elevati costi di produzione, dalla diminuzione della capacità di pesca dovuta a ragioni di sostenibilità ambientale e dalla crisi di mercato. Un settore che in Emilia-Romagna conta oltre 2000 imprese attive nel settore dell’acquacoltura e circa 700 che praticano pesca marina, con una novantina di imbarcazioni interessate ogni anno dal fermo pesca in Romagna. L’obiettivo è fornire al settore ittico un quadro normativo sistematico ed equilibrato, semplificando da un lato gli adempimenti spesso eccessivamente gravosi per le marinerie, salvaguardando il delicato equilibrio tra sfruttamento della risorsa e sostenibilità, e strutturando l’ampio comparto della pesca non professionale, oggi sostanzialmente deregolamentato”.

"Il provvedimento, che passa all’esame dell’altro ramo del Parlamento, prevede una serie di deleghe al Governo - continua il deputato -. Le principali riguardano politiche sociali nel settore della pesca professionale, per garantire agli operatori della pesca, armatori ed imbarcati, l’equo indennizzo o ristoro in caso di sospensione dell’attività di pesca dovuta al fermo biologico o ad altre cause legate alle avversità meteorologiche o a ristrutturazioni aziendali; le modifiche al sistema sanzionatorio che attenuano l’entità delle sanzioni attualmente vigenti; la ripartizione di ogni eventuale incremento annuo del contingente di cattura di tonno rosso assegnato all’Italia, per l’80% alla pesca accidentale o accessoria,  fermi restando i coefficienti di ripartizione e le quote individuali di tonno rosso assegnate; l’istituzione del Fondo per lo sviluppo della filiera ittica, con una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro per il 2018”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvati alla Camera i provvedimenti per il settore ittico e della pesca

RiminiToday è in caricamento