Aree Peep, novità sul calcolo del riscatto e sullo sblocco dei vincoli

Ai 1.469 alloggi dei Peep, già riscattabili, se ne sono aggiunti 777 dei piani particolareggiati assimilati agli interventi Peep e quindi da oggi riscattabili

Via libera dal consiglio comunale (favorevole la maggioranza, contrario il Movimento 5 Stelle, astenuta la minoranza) alla delibera di indirizzo che riguarda le aree Peep e i piani particolareggiati di edilizia convenzionata su aree del Comune. Con la delibera diventano più di 2.200 gli alloggi che i cittadini potranno riscattare diventandone pieni proprietari. Ai 1.469 alloggi dei Peep, già riscattabili, se ne sono aggiunti 777 dei piani particolareggiati assimilati agli interventi Peep e quindi da oggi riscattabili. A tutte le operazioni di riscatto dei 2.200 alloggi potrà essere applicato l'ulteriore detrazione del 50% sul valore venale.

La delibera recepisce l’atto di indirizzo attraverso il quale si darà la possibilità di procedere al riscatto delle aree Peep e dei sedici piani particolareggiati di iniziativa pubblica e privata. Riscatto che potrà avvenire a condizioni di equità rispetto a chi ha già riscattato. Tra le novità introdotte dalla delibera, quella di maggior rilievo riguarda il recepimento da parte dell’Amministrazione Comunale della facoltà introdotta dall’emendamento alla Legge di Stabilità presentato dai parlamentari Petitti e Sani e che dà la possibilità ai Comuni di abbattere fino al 50% il valore venale delle aree per il calcolo del valore di riscatto.

“L’Amministrazione Comunale – spiega l’assessore al Patrimonio del Comune di Rimini Gian Luca Brasini – ha deciso di applicare il massimo abbattimento consentito dalla Legge, quindi il 50%, per le aree Peep e assimilate. Si tratta di un importante risultato, ottenuto grazie all’interessamento dei parlamentari locali su indicazione di questa Amministrazione. Un provvedimento che vale per tutte le aree Peep e ad edilizia convenzionata e quindi per centinaia di alloggi in tutto il territorio comunale”.

Il valore del riscatto quindi sarà calcolato tenendo conto dell’abbattimento del 50% e scorporando i valori degli oneri di esproprio e di urbanizzazione. Con la delibera approvata in consiglio l’Amministrazione Comunale introduce un altro elemento discrezionale, intervenendo anche sulla possibilità di sbloccare i vincoli in convenzione, ovvero sulla possibilità di vendere o affittare a prezzi convenzionati. I vincoli restano validi per i primi cinque anni, mentre dal sesto anno in poi sarà possibile eliminare i vincoli con una maggiorazione che va a diminuire progressivamente fino al ventesimo anno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento