rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica Santarcangelo di Romagna

Santarcangelo, bilancio 2015: avanzo di amministrazione per 763mila euro

Per quanto riguarda invece le entrate, diminuiscono ancora i trasferimenti da Stato e Regione, che passano dal 12,27 del 2014 al 9,91 per cento del 2015, mentre aumentano dal 71,17 al 72,78 per cento le entrate tributarie.

Il conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2015 si chiude con un avanzo di amministrazione di 763.364 euro, parte del quale determinato da accantonamenti e dall’avanzo di amministrazione 2014. La Giunta comunale, nell’esaminare il rendiconto della gestione finanziaria che sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio comunale convocato per il 28 aprile, ha valutato positivamente la gestione amministrativa dell’Ente, improntata sui criteri della correttezza e della prudenza. 

“Il consuntivo 2015 è il rendiconto del primo anno interamente gestito da questa amministrazione comunale, che coincide con il primo anno di applicazione dei nuovi criteri di contabilità -, commenta il vicesindaco e assessore al Bilancio Emanuele Zangoli -. In seguito all’applicazione del nuovo sistema di contabilità si sono verificate maggiori economie di spesa rispetto alle minori entrate – aggiunge il vicesindaco – e questo grazie proprio al rigore e alla correttezza avuta nella fase dell’accertamento. Più nel dettaglio, poiché l’avanzo di amministrazione 2015 è determinato per 193.000 euro dall’avanzo 2014 non utilizzato e per 230.000 euro da accantonamenti, ne consegue che l’avanzo sostanziale ammonta a 340.000 euro, che può essere considerato ‘fisiologico’ se rapportato al bilancio complessivo dell’ente pari a circa 15 milioni di euro”.

L’avanzo di amministrazione sarà impiegato per la maggior parte per investimenti, e più precisamente per finanziare gli interventi di riqualificazione del parcheggio Cappuccini e di via Ruggeri. Entrando nello specifico di alcune voci di spesa emerge che i costi del personale (compreso quello trasferito all’Unione di Comuni) sono scesi rispetto al 2014 dal 26,97 per cento al 25 per cento della spesa corrente (soprattutto per effetto dei prepensionamenti), mentre la quota di oneri relativa all’ammortamento mutui si è ridotta passando dal 5,58 del 2014 al 4,85 per cento del 2015. Aumenta invece la quota dei contratti con i “grandi” fornitori dell’Ente quali Hera, Asl, Ceir, ecc, soprattutto per effetto dell’affidamento della manutenzione delle strade ad Anthea (si passa da un totale del 33,27 al 34,31 per cento). Sono stati inoltre rispettati tutti i limiti in materia di copertura dei costi dei servizi a domanda individuale e di assunzione di personale. Nel corso del 2015, infine, non sono stati assunti nuovi mutui per finanziare investimenti. Per quanto riguarda invece le entrate, diminuiscono ancora i trasferimenti da Stato e Regione, che passano dal 12,27 del 2014 al 9,91 per cento del 2015, mentre aumentano dal 71,17 al 72,78 per cento le entrate tributarie.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santarcangelo, bilancio 2015: avanzo di amministrazione per 763mila euro

RiminiToday è in caricamento