Santarcangelo, bilancio partecipato: le proposte entro il 31 maggio

Fino al 31 maggio chiunque risieda a Santarcangelo e abbia compiuto 16 anni, associazioni, enti e imprese che abbiano sede legale nel Comune, possono presentare una proposta per ogni area di intervento

Fino al 31 maggio cittadini, associazioni e imprese possono presentare proposte e progetti finanziabili con  i 20mila euro messi a disposizione dall’amministrazione comunale con il bilancio partecipato. La prima fase del processo partecipativo “Adesso scelgo io!”, quella informativa, è iniziata venerdì pomeriggio in biblioteca, con l’illustrazione del percorso che porterà alla scelta del progetto o dei progetti da realizzare nel corso del 2016. Il sindaco Alice Parma e il vicesindaco e assessore al Bilancio Emanuele Zangoli hanno spiegato ai circa 60 presenti le ragioni che hanno portato il Consiglio comunale ad approvare il regolamento del bilancio partecipato, per poi dettagliare modalità e tempistiche per la presentazione delle proposte.

“Non siamo certamente la prima Amministrazione comunale a promuovere il bilancio partecipato – ha spiegato il sindaco Alice Parma – ma crediamo fermamente che questa modalità di coinvolgimento, che va ad aggiungersi a quelle che abbiamo avviato nei mesi scorsi, costituisca una forma di partecipazione diretta particolarmente importante per la nostra città. Il regolamento sul bilancio partecipato approvato in Consiglio comunale nel novembre scorso con il sostegno di tutte le forze politiche rientra fra gli obiettivi di mandato di questa amministrazione comunale e si aggiunge alle altre azioni che abbiamo promosso negli ultimi tempi".

"Ricordo il progetto ‘Era un parcheggio’, che ha visto il coinvolgimento di un centinaio di alunni della Pascucci per ripensare lo spazio antistante il cortile della scuola elementare, il percorso partecipato “Fare bene” per promuovere la cura del verde pubblico come bene comune e “Primo viaggio intorno a…” sulla storia e l’identità delle frazioni, rivolto alle scuole elementari del territorio. Adesso – ha concluso il sindaco – diamo avvio a questo processo partecipativo nuovo per la città perché non era mai stato sperimentato fino ad oggi, mettendo a disposizione per il primo anno una somma di 20mila euro, l’utilizzo della quale sarà determinato dalle proposte e dalle scelte che i santarcangiolesi faranno sostenendo, cioè votando, questo o quel progetto”.

Al vicesindaco Emanuele Zangoli il compito di illustrare le diverse fasi in cui si articola il bilancio partecipato: fino al 31 maggio chiunque risieda a Santarcangelo e abbia compiuto 16 anni, associazioni, enti e imprese che abbiano sede legale nel Comune, possono presentare una proposta per ogni area di intervento. “Per il primo anno – ha sottolineato Zangoli – abbiamo ritenuto opportuno non limitare la aree tematiche, nel senso che per favorire la più ampia partecipazione sarà possibile avanzare proposte inerenti a tutti i settori: lavori pubblici, mobilità e viabilità; spazi e aree verdi; attività socio-culturali e sportive; politiche sociali, educative e giovanili; sviluppo socio-economico nelle aree del turismo, dell’agricoltura, dell’artigianato, dell’ambiente e del commercio. Questa seconda fase si concluderà alla fine di maggio con la presentazione delle proposte, che dovranno sinteticamente descrivere il progetto e indicare i costi, almeno in linea di massima, che non dovranno superare i 20mila euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La terza fase – ha quindi spiegato il vicesindaco – è invece più interna all’Amministrazione comunale: nel mese di giugno un tavolo tecnico composto dai funzionari del Comune, sindaco e assessori valuterà infatti l’ammissibilità al voto dei progetti in base alla fattibilità tecnica ed economica, alla compatibilità con gli atti già approvati dal Comune nonché a criteri di chiarezza e obiettivi che si prefigge il progetto. Giovedì 30 giugno i progetti ammessi al voto saranno presentati alla città e verranno pubblicati sul sito internet del Comune. La quarta e ultima fase sarà invece quella della votazione: dal 1° al 15 luglio presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico sarà possibile votare i progetti, che saranno realizzati a partire da quello che riceverà più preferenze e poi, a cascata, fino all’esaurimento dell’importo stanziato”. In chiusura il vicesindaco Zangoli ha ricordato che le proposte scelte saranno realizzate entro l’anno corrente, e che chiunque potrà seguire la realizzazione dei progetti nel corso delle diverse fasi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento