Santarcangelo, addizionale Irpef: esentati i redditi fino a 10mila euro

“La priorità numero uno – ha spiegato il sindaco Parma – è la tutela per le fasce più deboli all’interno delle quali rientrano in primo luogo le persone e le famiglie più esposte"

lmeno una decina di incontri con le organizzazioni sindacali e delle diverse categorie economiche e sociali, l’illustrazione ai partiti presenti in Consiglio comunale, gli incontri tematici su sicurezza e allagamenti che si sono tenuti nei mesi scorsi nelle frazioni e nel capoluogo, il rapporto quotidiano dei cittadini sia con gli amministratori che con gli uffici comunali. La costruzione dello schema generale del bilancio di previsione è avvenuta attraverso un ampio confronto con la città, ha in sostanza spiegato il sindaco Alice Parma in apertura dell’incontro pubblico che si è tenuto lunedì sera in biblioteca per la presentazione del bilancio 2015 da parte della Giunta comunale.

“La priorità numero uno – ha spiegato il sindaco Parma – è la tutela per le fasce più deboli all’interno delle quali rientrano in primo luogo le persone e le famiglie più esposte, ma a catena anche le imprese colpite più duramente, dalle cui difficoltà dipendono spesso anche quelle delle famiglie e dei singoli individui. In questo senso le nostre scelte, solo per citarne alcune, vanno nella direzione di non aumentare i costi dei servizi a domanda individuale come rette e trasporto scolastico, mense, ecc., azzerare l’addizionale Irpef per i redditi inferiori ai 10.000 euro con contestuale rimodulazione d’imposta per i redditi più elevati e incrementare le risorse destinate ai servizi socio-assistenziali per 150.000 euro. Per contro abbiamo cercato di contenere al minimo le spese generali anche attraverso una riorganizzare della struttura comunale che ha portato a una riduzione del personale del 10 per cento con un conseguente risparmio di circa 300.000 euro su base annua”. “La nostra attenzione ai conti e l’oculatezza con cui abbiamo gestito il bilancio dal momento in cui ci siamo insediati, ha portato a un avanzo di amministrazione sul bilancio 2014 di 190.000 euro che saranno destinati alle manutenzioni di cui la città ha un forte bisogno”.

Nell’illustrare il bilancio di previsione nel suo insieme, il vice sindaco Emanuele Zangoli ha fatto una panoramica delle diverse voci di entrata e di spesa, mettendo in evidenza quanto incide la riduzione dei trasferimenti statali che scenderanno di ben 530.000 euro rispetto al 2014 (dai 3.681.000 euro del 2013 si è passati agli 888.743 euro di quest’anno). Sempre per quanto riguarda le entrate è stata annunciata anche la rimodulazione delle aliquote Tasi con una detrazione di 75 euro per abitazione contestualmente all’aumento dell’aliquota al 3,3 per mille, così da garantire a chi a meno di versare meno. Per i lavoratori delle imprese in difficoltà è poi prevista la reintroduzione di un fondo, assente negli ultimi anni. Confermate inoltre le soglie di esenzione e riduzione per la tassa sui rifiuti per le utenze domestiche di cui ogni anno beneficiano circa 400 famiglie per un mancato introito per le casse comunali pari a 60.000 euro. Resta inalterata anche l’attenzione sul recupero del gettito tributario per gli anni pregressi, mentre sono previste alcune modifiche ai regolamenti tributari per allargare i termini del cosiddetto ravvedimento operoso da parte del contribuente. Prevista anche la modifica dell’Imu per la categoria dei terreni agricoli che si riduce del 10 per cento, mentre sempre per quanto riguarda Imu e Addizionale Irpef saranno previste riduzioni per chi contribuirà a sostenere la cultura santarcangiolese.

“Per mantenere la qualità urbana che Santarcangelo esprime – ha poi continuato il vice sindaco Zangoli – occorrono consistenti interventi di manutenzione, in particolare per quanto riguarda le strade comunali. E’ per questo che rispetto allo scorso anno abbiamo raddoppiato gli stanziamenti del capitolo di spesa destinato alle manutenzioni che passa a 600.000 euro, a cui si aggiungeranno investimenti per altri 400.000 euro derivanti da oneri di urbanizzazione e avanzo di amministrazione 2014”.

Intanto, sempre per quanto riguarda i lavori pubblici, l’assessore Filippo Sacchetti ha informato che sono iniziati da qualche giorno i lavori per il completamento della rotatoria posta lungo la via Emilia all’altezza dell’incrocio con via Montalaccio, mentre lunedì 20 aprile avranno inizio i lavori di riasfaltatura di viale Mazzini (dalla statale Emilia fino a via Pascoli) e di via Fratelli Cervi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento