Blitz di Forza Nuova: "Immigrati, tornate a casa vostra"

Anche a Rimini, come in numerose città italiane, nella nottata tra mercoledì e giovedì i militanti di Forza Nuova hanno affisso volantini in zone ad alta presenza immigrata

Anche a Rimini, come in numerose città italiane, nella nottata tra mercoledì e giovedì i militanti di Forza Nuova hanno affisso in zone ad alta presenza immigrata, nelle periferie delle grandi citta' come nei piccoli comuni, nei pressi di campi rom, nei luoghi di ritrovo per immigrati, nelle stazioni e nei parchi cittadini, un vero e proprio appello tradotto nelle principali lingue europee, oltre che in cinese ed arabo.

"Per voi non c'e' lavoro, non c'e' casa, non c'e' futuro - è il messaggio di Forza Nuova -. Il capitalismo e il progressismo nostrano vi hanno sfruttato abbastanza, ora tornate da dove siete venuti! Manca il lavoro per noi Italiani, manca per i nostri giovani, i pensionati non ce la fanno più mentre non si contano più i suicidi tra imprenditori ed operai. All'Italia non servono le migliaia di immigrati oggi presenti sul suolo nazionale, l'italia non puo' più' permetterselo, l'Italia di oggi deve pensare solo ai propri figli".

Forza Nuova precisa di esser "lontana anni luce da sentimenti xenofobi leghisti e da facili moralismi di liberali, comunisti e di parte del mondo cattolico, ritiene che l'unico vero modo per aiutare le popolazioni del sud del mondo sia quello di investire risorse economiche, umane e professionali direttamente nei paesi in via di sviluppo, per risollevare quelle terre per decenni schiacciate da comunismo e iper capitalismo".

Forza Nuova spiega che "con questa azione diretta, parla agli stranieri presenti sul territorio nazionale invitandoli a tornare immediatamente ai loro paesi di origine". Inoltre promette che "impedira', con tutte le proprie forze e al limite della legalita', la nuova creazione e l'insediamento di micro/macro little africa o little asia nelle nostre città, mentre si impegnerà, con ancora maggiori energie, a fornire aiuti e beni di prima necessita' alle popolazioni straniere che vivono nei propri paesi d'origine. In Italia, prima gli italiani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento