Bolkestein, Forza Italia invoca una legge chiarificatrice sulle concessioni

L'impegno "sarà massimo a tutti i livelli", assicura il capogruppo in Regione Galli, con l'omorevole Bignami che si attiverà a Roma "per sollecitare un intervento normativo serio e chiarificatore"

"Abbiamo il dovere, in uno sforzo comune e condiviso, di tutelare le nostre imprese balneari che non rappresentano solo profitto economico ma sono parte della storia, della cultura, della tradizione romagnola e italiana". Si è tornato a parlare di direttiva Bolkestein in Regione Emilia-Romagna, con la replica dell'assessore al Turismo, Andrea Corsini, all'interrogazione presentata da Forza Italia. "Prendiamo atto con favore della risposta che ammette 'l'annoso problema' venutosi a creare rispetto all'applicazione della direttiva Bolkestein in Italia" e della necessità di compiere "approfondimenti giuridici al fine di verificare se sussista un sostenibile margine di intervento normativo regionale sul tema", commentano il capogruppo Andrea Galli e il parlamentare Galeazzo Bignami. "Approfondimenti che del resto - rimarcano - il gruppo Forza Italia auspica da sempre e sui quali crediamo non si debba più perdere tempo". L'impegno "sarà massimo a tutti i livelli", assicura Galli, con Bignami che si attiverà a Roma "per sollecitare un intervento normativo serio e chiarificatore". Un chiarimento, conclude il parlamentare, che "il governo è tenuto a fornire al più presto proprio per evitare che si arrivi impreparati al 2020 correndo il rischio di mettere in difficoltà i tanti imprenditori balneari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento