Politica

Caos profughi a Riccione, la Lega rassicura: "Verranno spostati altrove"

Il segretario nazionale della Lega Nord Romagna: "Basta con i regali della sinistra”

Dopo la notte di fuoco che ha ‘incendiato’ villaggio Papini a Riccione, il segretario nazionale della Lega Nord Romagna interviene sulla vicenda profughi e rassicura: “ci attiveremo per sistemarli altrove lontano dal centro abitato e dal lungomare. L’arrivo improvviso di questa gente è frutto di scelte paracadutate dall'alto che nulla hanno a che vedere con gli obiettivi di questa Giunta. Purtroppo i nostri Amministratori si trovano a dover risolvere problemi causati da altri e a metterci una toppa” – così il numero uno della Lega definisce “la piaga dell’immigrazione clandestina alimentata dai Governi di sinistra. Non dimentichiamoci infatti che solo una bassissima percentuale di queste persone che sbarca illegalmente sulle nostre coste fugge da guerre e persecuzioni. I restanti sono a tutti gli effetti clandestini che non hanno alcun diritto di restare nei nostri Comuni a nostre spese e per un tempo indeterminato”. Poi un ultima precisazione sulla realtà riccionese; “non ne arriveranno altri” – puntualizza Morrone -  “noi ci opporremo con tutti i mezzi possibili a questa eventualità perché Riccione è prima di tutto una località turistica e come tale va valorizzata. Ci confronteremo con Renata per trovare una soluzione transitoria a questa emergenza e sistemare gli ultimi arrivati ma non siamo disposti a fare dell’eccezione la regola”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos profughi a Riccione, la Lega rassicura: "Verranno spostati altrove"

RiminiToday è in caricamento