rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Caro energia, Stramandinoli (SI): "Tassare gli extraprofitti per ridurre i costi in bolletta"

Il segretario provinciale di Sinistra Italiana: "Le bollette hanno già iniziato a stringere il collo delle persone comuni e delle imprese"

Il problema del caro energia inizia a farsi sentire su popolazione e imprese. Una situazione che pesa in particolare sulle fasce più povere della società. Per questo il segretario provinciale di Sinistra Italiana Rimini, Fortunato Stramandinoli, rivolge una proposta agli enti locali e regionali: "Stiamo dicendo da tempo che c’è sempre più estremo bisogno di redistribuire la ricchezza nel nostro paese, trovando formule che permettano di accorciare le distanze tra chi ha troppo e chi niente e si trova sempre più in difficoltà ad affrontare il caro vita. Siamo dentro e davanti ad un periodo che ha pochi precedenti, dentro ad un conflitto che è sempre più globale e che sta favorendo una speculazione sempre più insopportabile; non possiamo non provare a fare qualcosa a tutti i livelli politici, non possiamo star qui ad aspettare che il governo faccia qualcosa, c’è bisogno di muoversi".

"Con l’alleanza SI-Verdi abbiamo presentato un esposto alla procura della Repubblica sugli extraprofitti, l’indagine sta andando avanti. Nel frattempo però le bollette hanno già iniziato a stringere il collo delle persone comuni, tutte e tutti, famiglie, cittadini, imprese, stanno iniziando a trovarsi davanti al bivio per il quale decidere se fare una cosa piuttosto che un’altra e se non ci si muove sarà sempre peggio. Come faranno le persone a pagare bollette con aumenti del 300% e contemporaneamente pagare un affitto (che sappiamo avere già in partenza un costo spropositato rispetto ai salari)? Come faranno le imprese a sostenere quei costi? - si chiede il segretario provinciale di Sinistra Italiana - O andrà tutto in blackout oppure ci sarà ancora di più un aumento generalizzato del costo della vita, restituendo una situazione insostenibile per tutte e tutti, nessuno escluso".

"Dobbiamo tentare in tutti i modi possibili ad intervenire se vogliamo davvero cercare di dare risposte e soluzioni in un contesto del genere. Mi chiedo allora perché, per esempio, a livello locale e regionale, non si provi a costruire e proporre un tavolo dentro al quale chiedere a tutte le società partecipate dagli enti di bloccare il prezzo estromettendo da questo la parte degli extraprofitti, piuttosto che rinunciare oppure destinare ai fondi di aiuto tutte le quote (seppur piccole) di dividenti di proprietà degli enti. Potrebbe essere un primo passo che insieme ad altri potrebbe iniziare a dare respiro in un contesto che sarà sempre più asfissiante e insostenibile. Anche perché si sta insediando un nuovo governo all’interno del quale i partiti che lo compongono, in Europa, hanno tutti votato contrariamente alla tassazione degli extraprofitti - conclude Stramandinoli - quindi da quel livello non mi sembra ci si possa aspettare chissà cosa sotto questo punto di vista. La costruzione di una opposizione, che non può essere soltanto partitica, passa anche da qui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro energia, Stramandinoli (SI): "Tassare gli extraprofitti per ridurre i costi in bolletta"

RiminiToday è in caricamento