Caso Fondazione Cl, l'Idv: "Regione si costituisca parte civile"

I consiglieri regionali Franco Grillini e Liana Barbati dell'Italia dei Valori, i quali chiedono alla Regione e alla Giunta regionale di costituirsi parte civile "per riappropriarsi di fondi di cui abbiamo strettamente bisogno"

L’inchiesta giudiziaria che coinvolge la Fondazione “Meeting per l’amicizia fra i popoli” ha scoperchiato un flusso di denaro indebitamente usato, per il quale attendiamo di avere giustizia". Esordiscono così i consiglieri regionali Franco Grillini e Liana Barbati dell'Italia dei Valori, i quali chiedono alla Regione e alla Giunta regionale di costituirsi parte civile "per riappropriarsi di fondi di cui abbiamo strettamente bisogno, per essere meglio impiegati in settori ben più necessari alla vita dei cittadini emiliano romagnoli”.

"Abbiamo spulciato i finanziamenti appositamente riservati dalla Regione a queste iniziative (consultabili nel bilancio regionale e dall’Albo dei Beneficiari), e ci risulta che oltre un terzo dell’ammontare complessivo (310 mila euro) che sarebbe stata sottratto alla reale destinazione d’uso di questi contributi pubblici, proviene dalla Regione - evidenziano Grillini e Barbati -. Oltre ai 100 mila euro complessivi erogati nel periodo sottoposto ad accertamento da parte della Guardia di Finanza e della Procura (2009 – 2010) infatti, la Regione ha stanziato a favore della Fondazione altri 30 mila euro per l’anno 2011, mentre per il 2012 sarebbe stato preventivato un fondo di cassa pari a 143 mila euro".

"Abbiamo quindi depositato un’interrogazione rivolta alla Giunta, perché abbiamo bisogno di sapere non solo in che misura abbiamo contribuito a finanziare una presunta attività fraudolenta, partecipando seppur inconsapevolmente a questo abuso, ma anche se è previsto un finanziamento per l’anno a venire - continuano gli esponenti dell'Idv -. Per il  2013, infatti, nel Bilancio annuale di previsione, è previsto un fondo di cassa pari a 61 mila e 600 euro a beneficio delle iniziative come quelle che curala suddetta Fondazione: non sarebbe il caso di sospendere questa erogazione?"

"Crediamo che Cl abbia già sufficienti finanziatori e sostenitori, senza bisogno che la nostra regione partecipi al suo sostentamento - continuano gli esponenti dell'Idv -. Riteniamo quindi che – qualora dovessero essere accertate le responsabilità penali di cui la stampa ha ampiamente dato notizia – la Regione e la Giunta debbano costituirsi parte civile per riappropriarsi di fondi di cui abbiamo strettamente bisogno, per essere meglio impiegati in settori ben più necessari alla vita dei cittadini emiliano romagnoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento