Chiude la casa-rifugio per donne e bambini: "Le istituzioni intervengano in aiuto"

"Ora le madri con i loro bambini dovranno essere ricollocate dopo aver creato un rapporto di fiducia con le educatrici, che anch'esse si troveranno senza lavoro"

"Abbiamo appreso nei giorni scorsi, con rammarico, la chiusura della struttura Casa Sant'Anna, struttura di Rivazzurra che dal 1990 è stata un rifugio per donne e bambini, madri in difficoltà che potessero trovare accoglienza e sostegno. I motivi della chiusura sono imputabili a ragioni prettamente economiche e gestionali, ma nel 2020 ci sono ancora tante donne o ragazze, vittime o meno di violenza, che hanno necessità di potersi confrontare con persone preparate e capaci che sappiano ascoltarle e consigliarle stando vicino anche ai loro bambini". A lanciare l'allarme è Monia Guidi, responsabile di Azzurro Donna della provincia di Rimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora la struttura ospita 4 madri con 4 bambini e sono cinque le educatrici che vi operano - spiega Guidi - Il movimento di Azzurro Donna della Provincia di Rimini sostiene fortemente tutte le forme di collaborazione con le donne sul territorio e siamo consapevoli, soprattutto alla luce del momento appena vissuto e ancora in itinere, quanto sia importante sul territorio qualsiasi forma di collaborazione per il sostegno al mondo femminile. Con questo pensiero si vuole sostenere Casa Sant'Anna e rivolgerci in particolare a tutte le istituzioni chiedendo alle stesse di aiutarla e magari costruire un percorso in rete con altre strutture del territorio, abbassando i costi di gestione e aiutandosi reciprocamente attraverso esperti del settore e magari ampliando anche la loro offerta dedicata alle donne. Ora le madri con i loro bambini dovranno essere ricollocate dopo aver creato un rapporto di fiducia con le educatrici, che anch'esse si troveranno senza lavoro. Azzurro Donna si vuole mettere a disposizione del territorio, al fianco delle donne, in piena sintonia con il tessuto provinciale, auspicando che il tema venga affrontato sui tavoli competenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Scontro frontale tra due auto, 6 feriti. Mamma e figlia di 5 anni gravi al "Bufalini"

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Coronavirus, 7 nuovi casi nel riminese: quattro rientrati dall'estero

Torna su
RiminiToday è in caricamento