Chiuse le Feste Democratiche, Petitti: "Il Pd è un partito vivo"

Il Pd, afferma Emma Petitti, "parla anche ai giovani e si fa interprete di una società che cambia e dei suoi temi, dalle questioni di genere all'integrazione (e su quest'ultima mi pare francamente il solo ad affrontarla seriamente).

Con gli appuntamenti di Santarcangelo e Cattolica si sono chiuse le Feste democratiche organizzate dal Pd nel riminese. "Le 30mila presenze e i 200 volontari alla festa provinciale, a cui si aggiungono altrettanti partecipanti e volontari alle 13 feste comunali sul territorio, sono il segno che a Rimini il Pd è un partito vivo, presente e coinvolgente, che mantiene saldo non solo il legame con gli iscritti storici", esordisce il segretario provinciale e deputato, Emma Petitti.

Il Pd, continua la parlamentare, "parla anche ai giovani e si fa interprete di una società che cambia e dei suoi temi, dalle questioni di genere all'integrazione (e su quest'ultima mi pare francamente il solo ad affrontarla seriamente). Per Petitti "le “conte” su “chi sta con chi” hanno poco senso: il PD è uno e non dobbiamo avere paura delle differenze. Quando un partito discute significa che è vivo, è più la discussione è aperta, più darà frutti. Il congresso costituente dovrà  dire al Paese che un’alternativa è possibile per uscire dalla crisi, per scuotere energie che ci sono e ritrovare il prestigio del centrosinistra".

"Allo stesso modo il congresso locale dovrà essere l'espressione di un Pd unito, radicato sul territorio, che non guarda il proprio ombelico, ma mette in campo le forze migliori al servizio della comunità. Solo così potremo dirci pronti alla sfida che ci attende con le amministrative in 21 Comuni della nostra provincia - prosegue la parlamentare -. A questo proposito, le Feste ci insegnano anche molto in vista delle amministrative. Il voto al PD del suo elettorato “storico”, fatto di tanti lavoratori dipendenti e pensionati, è una risorsa straordinaria che deve incrociare la rappresentanza di altri soggetti interessati da mutamenti, esigenze e anche conflitti nuovi".

"Il Pd può raccogliere un consenso molto più vasto di quello aggregato finora, e il rilancio passa anche da come i circoli torneranno a farsi luoghi dove si organizzano adesione e iniziativa insiste Petitti -.  Cercheremo interlocutori e stabiliremo patti di consultazione e collaborazione con associazioni movimenti, comitati civici, per presentarci con uomini e donne, candidature, liste e programmi all’altezza delle sfide che ci attendono. Infine un doveroso ringraziamento ai tanti volontari: sono il volto sano della buona politica, e con la loro passione e dedizione mostrano che si può ripartire ogni giorno impegnandosi in prima persona”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento