Compleanno di Riccione, la Vescovi contro la Giunta: "Non c'è da festeggiare, siamo in piena emergenza"

"Indifferenza nei confronti del dolore. L'assessore al Turismo farà bella mostra di sé in un video show e in una festa di due ore che ai riccionesi costerà 14.513 euro"

"Ci sono critiche politiche che non possono essere taciute. A Riccione, in piena emergenza Covid, mentre ci si sta prospettando un inverno durissimo sia per la tutela della salute che per l’inevitabile ulteriore crisi economica imposta dalle restrizioni che arriveranno, si festeggia il compleanno “-2 al centenario". Con queste parola Sabrina Vescovi (Pd) attacca la la Giunta riccionese che ha organizzato il compleanno della Perla Verde in programma domenica.

"Non il centenario, un momento fondamentale di aggregazione della comunità, ma il -2 anni al centenario. Un evento domenicale per pochi, gestito con totale indifferenza verso il dolore e la paura presenti nelle nostre famiglie. In un periodo in cui a tutto si pensa tranne che a partecipare a feste per assistere alle passeggiate in bicicletta dell’assessore Caldari. Un evento decontestualizzato, incurante dell’emergenza che stiamo attraversando, in cui l’assessore al Turismo farà bella mostra di sé in un video show e in una festa di due ore che ai riccionesi costerà 14.513 euro così come indicato dalla determina dirigenziale n.1320 del 15 ottobre 2020".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento per il 98esimo compleanno

Continua Sabrina Vescovi: "Non due mesi fa quando potevamo pensare di essere fuori dall’emergenza, l’altro ieri! Una festicciola costosa pianificata in piena emergenza. Mentre ci sono lavoratori con lo spettro della cassa integrazione o imprenditori a cui si prospetta la chiusura delle attività; mentre i nostri “nonni” vivono terrorizzati dal Covid. Non ci sono molte cose da aggiungere se non che vi dovreste dimettere per la mancanza di sensibilità per il momento che stiamo attraversando, l’uso inopportuno dei soldi dei riccionesi, e la totale assenza di buon senso. Questa amministrazione agli sgoccioli dovrebbe essere fermata perché non c’è nulla di più pericoloso per la comunità della deriva in cui, chi la dovrebbe guidare, perde la strada. Ammesso e non concesso che l’abbiano mai trovata. Sarà un grande compleanno del centenario quello che permetterà a Riccione di tornare ad essere esempio di coesione e concretezza. Emblema di cura dei suoi cittadini e della sua bellezza. Una città in cui si respira armonia e pace. Una città liberata dalla cappa di mediocrità e insensatezza rappresentata dall’evento di domani e dalla inefficacia dell’azione amministrativa di questa giunta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento