Concessioni balneari e ricorsi: si attende la sentenza della Corte europea

E' prevista per il 14 luglio la pubblicazione della sentenza della Corte di giustizia europea sulla proroga delle concessioni balneari e sui ricorsi

Il deputato Tiziano Arlotti

E' prevista per il 14 luglio la pubblicazione della sentenza della Corte di giustizia europea sulla proroga delle concessioni balneari e sui ricorsi. "Il Governo, coerentemente con quanto annunciato sia a Rimini dal ministro per gli Affari Regionali Enrico Costa sia dal ministero dell'Economia e finanze, ha già predisposto la proposta di legge delega, consegnata alla Presidenza del consiglio dei ministri", afferma il deputato riminese Tiziano Arlotti.

"All'interno della proposta vi sono gli elementi che riguardano il periodo di transizione e la legge delega che dovrà essere approvata stabilisce e riconosce il valore delle imprese, la soluzione del problema relativo ai manufatti di facile e difficile rimozione, la norma per la definizione di canoni che superino i valori Omi, i criteri di selezione ed evidenza pubblica per l'affidamento delle concessioni - prosegue l'esponente democratico -. Tema centrale è valorizzare al massimo il ruolo dei Comuni nella gestione del demanio marittimo, attraverso norme che saranno naturalmente demandate alla legislazione regionale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il mio auspicio è che il Governo, come ribadito in questi giorni a ministri e sottosegretari, vari il provvedimento - sentite le Regioni, l'Anci, le associazioni di categoria - in modo che possa essere incardinato in tempi rapidi in Parlamento per la sua discussione e approvazione. Considero la Legge delega uno strumento efficace e appropriato, anche perché avrà una parte attuativa che richiederà un confronto con la Commissione europea a partire dalla tempistica del periodo transitorio. Ovviamente tale tempistica non pregiudicherà le attività balneari in corso", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento