rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica Coriano

Conflitto Russia-Ucraina, Insieme per Coriano: "Apriamo le porte ai minori provenienti dalle zone di guerra"

E' questo l'appello rivolto dai consiglieri del gruppo consigliare 'Insieme per Coriano', che ha presentato un invito al sindaco in vista della prossima seduta del Consiglio comunale

“Coriano apra le sue porte ai bambini e ragazzi minorenni provenienti dalle zone diventate scenario di guerra in Ucraina”. E' questo l'appello rivolto dai consiglieri del gruppo consigliare 'Insieme per Coriano' (Cristian Paolucci, Roberta Talacci, Enrica Innocentini, Alessandro Leonardi) che ha presentato un invito al sindaco in vista della prossima seduta del Consiglio comunale.

Attraverso la sua proposta, 'Insieme per Coriano' intende impegnare il Consiglio corianese anzitutto ad “esprimere in tutte le sedi istituzionali nazionali, europee ed internazionali il sostegno a una soluzione diplomatica della crisi tra Russia e Ucraina, affinché sia evitata una ulteriore escalation che aprirebbe scenari drammatici a livello internazionale”. Quindi “a sostenere, nel rispetto dei valori di pace, di ripudio della guerra, le iniziative diplomatiche del Governo e dell'Unione Europea, per favorire una de-escalation della tensione tra i due Paesi”. Attraverso la proposta si chiede inoltre al Consiglio comunale di impegnarsi “ad attivare i contatti con enti, istituzioni, associazioni, per consentire l'allontanamento dei minori dalle zone interessate dal conflitto, utilizzando le cautele necessarie a mantenere l'integrità delle famiglie”, organizzando allo stesso tempo “l'accoglienza sul nostro territorio”.

"Condividiamo la decisione di organizzare per il prossimo 1 marzo in piazza Mazzini una fiaccolata a sostegno del popolo ucraino, sull'esempio di quello che sta accadendo nelle piazze di tantissime città italiane - spiegano i consiglieri - A nostro avviso, tuttavia, una questione di tale delicatezza richiederebbe un forte segnale di condivisione da parte di tutti gli attori presenti sul territorio comunale di Coriano, dalla politica fino ad arrivare alla società civile. Battaglie come questa richiedono unità e non devono essere unilaterali o diventare motivo di frammentazione. E' per questo motivo che abbiamo deciso di rivolgere un appello al sindaco Spinelli affinché la città di Coriano, in maniera univoca e con una voce sola, possa esprimere la sua condanna contro la guerra che sta insanguinando l'Ucraina. Allo stesso tempo facciamo nostri i temi della solidarietà e della mutua accoglienza, chiedendo al Consiglio di attivare tutti i canali necessari ad offrire accoglienza ai minori provenienti dalle zone del conflitto, nel rispetto delle massime cautele. Coriano, nel suo piccolo, può fare tanto e non deve rimanere indifferenti di fronte a una tragedia che tocca da vicino anche la nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conflitto Russia-Ucraina, Insieme per Coriano: "Apriamo le porte ai minori provenienti dalle zone di guerra"

RiminiToday è in caricamento