Bonifiche di siti abbandonati, Croatti: "Risorse siano impegnate anche per l'ex cartiera di Santarcangelo"

Dal ministero dell’Ambiente 105 milioni di euro per le bonifiche di siti abbandonati: oltre 5 milioni per quelli dell’Emilia Romagna. Ora toccherà alla Regione, soggetto attuatore, indicare i siti da bonificare

“Dal ministero dell’Ambiente 105 milioni di euro per le bonifiche di siti abbandonati: oltre 5 milioni per quelli dell’Emilia Romagna. Ora toccherà alla Regione, soggetto attuatore, indicare i siti da bonificare. È necessario agire in fretta” lo dichiara in una nota il senatore Marco Croatti del Movimento 5 Stelle. “Stiamo parlando di centinaia di siti in tutta Italia, luoghi abbandonati e inquinati, discariche, vecchie fabbriche abbandonate, dove non si è mai trovato un responsabile che li bonificasse, perché formalmente non sono né di competenza statale, né regionale. Luoghi che inquinano e stanno lí a volte da decine di anni. Finalmente lo Stato se ne prende carico stanziando 105 milioni di euro ripartiti tra le Regioni (il decreto è già passato in conferenza Stato Regioni) e ora le Regioni devono attivarsi e bonificare” spiega l’esponente pentastellato. “Chiedo al governatore Bonaccini che una parte di queste risorse sia impiegata per bonificare l’ex ‘Cartiera Valle Marecchia’ a Santarcangelo in prossimità del fiume Marecchia e oggetto di una mia recente interrogazione parlamentare. Nell’area sono infatti presenti ingenti quantitativi di materiali di scarto, derivanti dai processi di produzione, costituito in gran parte da polietilene ed alluminio che presentano caratteristiche di non biodegradabilità e che li rendono praticamente assimilabili a rifiuti inerti. Di fatto c'è inquinamento con microplastica e alluminio sia del suolo che delle acque a pochi metri da tante colture alimentari, alcune addirittura BIO. La quantità di rifiuti da asportare è di 30.895 tonnellate e nonostante siano passati circa 30 anni ancora non si è riusciti a reperire le risorse per bonificare l’area”. Prosegue Croatti. “Cittadini, comitati, noi parlamentari con i consiglieri regionali, tutti siamo chiamati a fare pressione su media e regione affinché non se ne lavino le mani. Questa battaglia per l’ambiente è solo all’inizio e parla al cuore dei nostri territori”. Conclude Croatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento