Politica

Consiglio Comunale: nuovi fondi per sostegno alla disabilità, scuola e manutenzioni

Santarcangelo approva anche la variante urbanistica per l’ampliamento della ditta Edilimpianti 2 a San Bartolo

Il consiglio comunale di Santarcangelo del 21 giugno, terminati i preliminari di seduta, ha approvato una variazione al bilancio di previsione per complessivi 190mila euro. Nell’illustrare il provvedimento, il vice sindaco e assessore al bilancio Emanuele Zangoli ha spiegato che a fronte di nuove entrate derivanti in buona parte da contributi dello Stato, della Regione e della Provincia sono state finanziate – fra le altre – spese per il servizio pre e post scuola (9.800 euro), per il sostegno alla disabilità nelle scuole (83.300 euro), per attività culturali (15.700 euro), turistiche (20mila euro) e per manutenzioni ordinarie (50mila euro). La delibera è stata approvata con i voti favorevoli dei partiti di maggioranza Pd e Sinistra unita per Santarcangelo oltre a Una Mano per Santarcangelo, mentre hanno votato contro Forza Italia e Fratelli d’Italia-An. A seguire i consiglieri comunali hanno discusso la variante agli strumenti urbanistici comunali vigenti, Psc e Rue, per l’ampliamento della ditta Edilimpianti 2 a San Bartolo.

L’assessore alla pianificazione urbanistica Filippo Sacchetti ha ripercorso l’iter amministrativo che dopo quattro anni ha portato alla conclusione dei lavori della conferenza di servizi. Oltre a versare una quota in oneri diretti, per l’ampliamento dei piazzali l’azienda si farà carico di realizzare un corridoio ciclopedonale protetto per collegare il nuovo centro parrocchiale di San Bartolo al percorso già esistente in via Andrea Costa. “Se vent’anni fa la risposta a questo tipo di richiesta era quella di delocalizzare l’impresa in grandi aree produttive – ha spiegato l’assessore Sacchetti – oggi dobbiamo fare i conti con una realtà completamente diversa, che ci costringe a rivedere quelle scelte urbanistiche che nei fatti, come si è visto con il Triangolone, stentano a decollare. È per questi motivi, come già avvenuto per altre importanti imprese, che accogliamo una richiesta di crescita da parte di un’azienda che possa esprimere innanzitutto maggiore qualità anche per quanto riguarda il sistema di protezione ambientale e acustico”. La variante urbanistica è stata approvata con i voti favorevoli di Pd e Sinistra unita per Santarcangelo, mentre la lista Una mano per Santarcangelo si è astenuta. Hanno votato contro Movimento 5 Stelle, Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An.

La variante urbanistica è stata occasione anche per una variante al piano di classificazione acustica relativa a diverse aree del territorio comunale: gli ambiti dell’azienda Edilimpianti e l’area dove dovrà sorgere la nuova scuola elementare a San Bartolo, nonché l’area dell’ex scuola elementare di San Martino dei Mulini recentemente ceduta al privato. La delibera ha ottenuto i voti favorevoli di Pd e Sinistra unita per Santarcangelo, mentre hanno votato contro Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An (astenuta una Mano per Santarcangelo). I lavori del Consiglio comunale sono quindi proseguiti con l’approvazione all’unanimità delle mozioni per l’intitolazione di una via o una piazza a Marco Pantani (presentata dal consigliere Pd Andrea Martignoni) e a Don Oreste Benzi (presentata dal consigliere di Progetto Civico Luigi Berlati). Sempre con voto unanime è stata approvata la mozione presentata dal consigliere 5 Stelle Marco Mussoni (emendata su proposta del Pd) per l’installazione di defibrillatori automatici esterni, mentre l’ordine del giorno in difesa dell’accordo internazionale di COP21 sui cambiamenti climatici proposto dal capogruppo Pd Mirko Rinaldi ha ottenuto i voti favorevoli di Pd, Sinistra unita per Santarcangelo, Movimento 5 Stelle e Una mano per Santarcangelo, mentre hanno espresso voto contrario Forza Italia e Fratelli d’Italia-An.

Infine, la mozione presentata dal consigliere di Forza Italia Walter Vicario relativa alla richiesta di intensificare il controllo del territorio comunale per prevenire la sosta di caravan, camper e roulotte è stata auto-emendata su proposta del presidente del consiglio Stefano Coveri. A seguito dell’emendamento – che prevede di affidare l’approfondimento dell’argomento a una delle due commissioni consiliari permanenti individuata dall’ufficio di presidenza, di cui fanno parte tutti i capigruppo consiliari – la mozione è stata approvata all’unanimità dai consiglieri presenti (gruppi Pd, Movimento 5 Stelle, Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale: nuovi fondi per sostegno alla disabilità, scuola e manutenzioni

RiminiToday è in caricamento