Politica

"Contrario alla promozione della coltivazione della canapa: messaggio sbagliato"

Il Consigliere Comunale di Santarcangelo, Matteo Montevecchi, interviene sulla mozione per la promozione della coltivazione e lavorazione della pianta

Il Consigliere Novelli, di Santarcangelo, presenta la mozione per la promozione della coltivazione e lavorazione della canapa. Dopo il dibattito in Consiglio Comunale Montevecchi e Vicario votano contro, Martignoni (Pd) si astiene. La mozione viene approvata con i voti favorevoli di Sinistra Unita, PD, 5 Stelle e Novelli (Una mano per Santarcangelo) “All’interno della mozione presentata dal Consigliere Novelli (Una Mano per Santarcangelo) - spiega il consigliere Matteo Montevecchi -   venivano descritti tutti i modi diversi di utilizzo della canapa. Tutti, tranne uno in particolare, ovvero il fatto che la canapa può essere utilizzata anche per ricavare sostanze stupefacenti. È evidente che questa mozione mirava a far entrare la concezione della canapa a livello culturale. E da qui a santificare la canapa, è un attimo. Per questo ho ritenuto fare opportune precisazioni. Per rendere la mozione più chiara bisognava ricordare alcune cose che non sono state scritte, ovvero che la canapa non è affatto una pianta come un’altra che viene utilizzata solo per fare tessuti, ma è anche fonte di droga. Questo non è irrilevante, non è una cosa da niente, è un fattore che esiste e che non va sottovalutato.”

Esordisce così il giovane Consigliere Comunale d’opposizione Matteo Montevecchi  in merito alla mozione presentata da Novelli e approvata dal Consiglio Comunale e continua affermando: “. Per questo motivo ho proposto un emendamento alla mozione di Novelli. Dopo il primo capoverso del Premesso che, ho chiesto di inserire “Inoltre la canapa viene anche utilizzata per ricavare sostanze stupefacenti (hashish e marijuana). Mentre nel Chiediamo, nel punto in cui si dice: “a promuovere la riscoperta degli usi della canapa” di continuare aggiungendo: “limitatamente agli usi tessili e alimentari sopra descritti, quindi senza contemplare ogni uso per ricavare droghe dalla coltura in questione e inoltre disincentivare e contrastare assolutamente tale pratica assieme alle associazioni”. Ma il Cons. Novelli non ha accettato l’emendamento giustificandosi e dicendo che le sostanze psicotrope come l’hashish o la marijuana possono essere ricavate dalla cannabis indica e non da quella sativa. Peccato che queste informazioni fornite da Novelli non corrispondessero proprio alla verità, in quanto in realtà quelle sostanze stupefacenti possono essere ricavate sia dalla cannabis indica, sia da quella sativa, sia da varietà ibride in varie proporzioni di queste due specie. Occorre infatti fare una semplice ricerca per scoprirlo.”

Ed infine il Consigliere Comunale Montevecchi chiosa: “Accogliere il mio emendamento poteva essere l’occasione per dare un bel messaggio culturale e specificare l’utilizzo nel giusto senso, dato che promuovere la canapa senza mettere i puntini sulle i potrebbe sfociare anche in altri rischi culturali. L’amministrazione comunale, il PD, i 5 Stelle e Novelli che hanno votato a favore della mozione senza il mio emendamento hanno perso una occasione. Ringrazio il Cons. Vicario per aver votato contro assieme a me e il Cons. Martignoni del PD che con la sua astensione non si è piegato al conformismo di questo Consiglio comunale.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Contrario alla promozione della coltivazione della canapa: messaggio sbagliato"

RiminiToday è in caricamento