Politica

Bagnini esclusi dai benefici economici dal decreto Cura Italia

Ad accendere i riflettori sul tema è il consigliere regionale in Emilia-Romagna di Fratelli d'Italia, Michele Barcaiuolo

Gli operatori balneari sono esclusi dai benefici economici dal decreto Cura Italia. Che dunque va modificato in tal senso. Ad accendere i riflettori sul tema è il consigliere regionale in Emilia-Romagna di Fratelli d'Italia, Michele Barcaiuolo, che in un'interrogazione sottolinea che "sussiste l'impossibilità da parte degli imprenditori balneari, in particolare dei pertinenziali, di utilizzare i benefici sanciti dal decreto Cura Italia, poichà tali benefici si riferiscono esclusivamente ai fabbricati di categoria C1, escludendo quelli balneari appartenenti alla categoria D8". Come da direttiva Bolkestein. Barcaiuolo rilancia così "l'allarme avanzato nei giorni scorsi dal presidente del sindacato italiano balneari", che ha evidenziato come "sia stato trascurato il lavoro di molte aziende che avevano già iniziato l'allestimento e la preparazione della spiaggia in vista delle aperture estive". Il consigliere di Fdi chiede dunque alla giunta "se la Regione intenda sollecitare una modifica al decreto al fine di includere tutte le categorie imprenditoriali" e "se intenda adottare misure a sostegno dell'imprenditoria balneare, eccellenza del nostro territorio fortemente colpita dall'attuale crisi economica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagnini esclusi dai benefici economici dal decreto Cura Italia

RiminiToday è in caricamento