Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Riccione

Daniela Angelini: "E' tempo di riaprire i centri estivi comunali e riqualificare le colonie"

La candidata sindaco per Riccione: "Il Comune deve fare la sua parte per rilanciare l’economia della nostra città, dal Pnrr i fondi per trovare spazi polivalenti dove dare la possibilità ai nostri ragazzi di esprimersi”

Riaprire i centri estivi comunali, riqualificare le colonie per offrire spazi e incrementare l’azione dei centri diurni. Sono alcune delle proposte di Daniela Angelini candidata sindaca a Riccione per le amministrative del 12 giugno, a supporto delle famiglie per la stagione estiva. “Il Comune deve fare la sua parte per rilanciare l’economia della nostra città – ha dichiarato Angelini che è sostenuta da una ampia coalizione formata da (2030 Riccione, Uniamo Riccione e Riccione col Cuore, Pd, Movimento 5 Stelle e Riccione Coraggiosa). - Riccione dagli anni 70’ per oltre 40 anni è stata riconosciuta nell’ambito educativo tra i comuni dove l’offerta proposta era tra le più qualificate. Bisogna tornare ad offrire quel livello di qualità e di eccellenza educativa che gli è stata riconosciuta a livello regionale e nazionale, anche con una proposta educativa estiva”.

Per Daniela Angelini la soluzione è una: “È arrivato il momento di riaprire i centri estivi comunali per permettere a tutti i genitori di lavorare mentre i bambini sono in un ambiente sicuro, stimolante, creativo”. “Sono tanti i riccionesi, oggi adulti, che ricordano con nostalgia le estati passate al Centro Estivo Bertazzoni, diventato una vera eccellenza nell’ambito educativo. Il Comune deve tornare a proporre questo tipo di offerta per le famiglie. I centri estivi sono un'opportunità importante di socialità e aggregazione.  Oltre alle proposte dei privati dobbiamo consentire a tutti i bambini e ai ragazzi di trascorrere un'estate con i loro coetanei proponendo attività educative e ludico-ricreative. Attività quelle dei centri estivi che rappresentano da sempre anche un supporto alle famiglie nella conciliazione famiglia-lavoro. Ci sono tanti lavoratori e lavoratrici che spesso si trovano nella condizione di dover scegliere se andare a lavorare o no per la mancanza di centri estivi a costi calmierati. Con i centri estivi del comune si va a colmare la richiesta da parte delle famiglie a basso reddito”.

Contemporaneamente per Daniela Angelini Riccione deve trovare gli spazi. “Riqualificheremo le colonie, attingendo ai fondi del PNRR, trasformandole anche in spazi polivalenti dove dare la possibilità ai nostri ragazzi di esprimersi”. Durante l’estate per l’Angelini, vanno inoltre fortificati i centri diurni per permettere ai famigliari di concentrarsi sulla stagione. “In una città come la nostra, dove le famiglie durante l’estate sono impegnate nelle attività turistiche non possiamo pensare di trascurare i più fragili che vanno tutelati e assistiti. Per questo è compito del Comune incrementare servizi con Centri Diurni”. “Riccione deve tornare a offrire servizi di qualità per il welfare – aggiunge Angelini – Bisogna tornare a parlare di welfare come investimento per una società migliore e non di un costo come spesso viene considerato”.

Una volta ripristinato il servizio comunale, per Daniela Angelini la sua amministrazione vuole soddisfare tutte le domande.  "Ritengo che questo servizio sia tra le priorità e sono pronta a sostenerlo anche a livello di bilancio comunale – continua Angelini - È di fondamentale importanza sostenere dopo due anni di pandemia i bisogni di socializzazione dei bambini e le importanti esigenze di conciliazione casa – lavoro delle famiglie. Per questi motivi dovremo accogliere tutte le domande. Saranno stanziate dunque risorse ad hoc”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daniela Angelini: "E' tempo di riaprire i centri estivi comunali e riqualificare le colonie"
RiminiToday è in caricamento