Degrado al Mercato Coperto, Obiettivo Civico interroga il sindaco sulla situazione

Sbandati, alcolizzati che bivaccano e espletano i loro bisogno tra i cespugli e furti di biciclette sono all'ordine del giorno

"Furti di bicilette o parti di esse con notevole frequenza. Richiesta insistente di elemosina nei parcheggi pubblici, davanti alle abitazioni e all’interno di bar ed esercizi commerciali senza parlare dei parcheggi che sembrano diventati loro i gestori. Scippi all’ingresso del mercato coperto. Presenza di ubriachi in pianta stabile sui muretti di via IV Novembre davanti all’entrata del mercato coperto che non si fanno problemi oltre che dormire lì la notte, anche a defecare e urinare nei piccoli pertugi del convento francescano lì a fianco e negli spazi verdi". La lunga lista di episodi di degrado è stata stilata da Obiettivo Civico che, nel suo mirino, ha l'area del Mercato Coperto dove, da tempo, vengono segnalate queste criticità che, sicuramente, non sono un bello spettacolo per il cuore di Rimini. Una situazione allarmante sulla quale il consigliere Andrea Bellucci sottolinea "Come tutti sappiamo la sicurezza del Comune di Rimini ormai è un problema che va affrontato puntando a creare forti deterrenti che impediscano non solo la vera e propria criminalità, ma anche il degrado che è una calamita alla malvivenza stessa. I commercianti chiedono di poter lavorare nelle migliori condizioni possibili e per poterlo fare devono avere cittadini e turisti-consumatori che non solo hanno la possibilità di raggiungere il centro bene, ma che hanno possibilità anche di viverlo al meglio".

Ed è proprio per questo che ha presentato un'interrogazione al sindaco Andrea Gnassi e all'assessore alla Sicurezza, Jamil Sadegholvaad, ribadendo che "La maggior parte delle commercianti e commesse sono donne e non si nascono nell’affermare che hanno paura a rincasare la sera, uscendo dalle loro botteghe e negozi, specialmente durante la settimana, quando la zona del tempio malatestiano è deserta, se non per la solita presenza di quei soggetti, che ogni sera, si alcolizzano proprio lungo la strada. chiedo, quindi, come il Comune pensi di affrontare il problema e quando sarà possibile avere delle telecamere nell’area del centro. E’ possibile avere dei vigili urbani che pattuglino a piedi durante le ore serali di chiusura dei negozi? Infine chiedo se è possibile raggiungere un accordo con la prefettura per mettere 3 camionette della caserma Giulio Cesare “stabili” nei luoghi sensibili della città, come Piazza Cavour, Arco d’Augusto e l’appunto già citata zona del tempio malatestiano (un po’ come avviene nelle grandi città d’Italia). Questa presenza fissa (non temporanea), potrebbe non solo dare maggiore sicurezza alle persone che vivono e transitano per il centro, ma potrebbero prevenire anche attacchi di vandalismo a quanto di più prezioso abbiamo, cioè la nostra storia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento