Legge elettorale, Emma Petitti alla direzione nazionale del Pd: "Tornino le preferenze"

La parlamentare riminese Emma Petitti ha preso parte giovedì alla Direzione nazionale del Partito democratico in cui il segretario Matteo Renzi ha illustrato, tra le altre cose, i punti sul Jobs act e sulla riforma della legge elettorale

La parlamentare riminese Emma Petitti ha preso parte giovedì alla Direzione nazionale del Partito democratico in cui il segretario Matteo Renzi ha illustrato, tra le altre cose, i punti sul Jobs act e sulla riforma della legge elettorale. Proprio alla riforma costituzionale e alla legge elettorale sarà dedicata una riunione ad hoc lunedì. Fra i documenti approvati dalla direzione, anche l'ordine del giorno sulla rappresentanza di genere sottoscritto da Petitti insieme alle colleghe e votato all'unanimità.

"La discussione sulla legge elettorale rischia l'impasse – riferisce -. A prescindere dal sistema elettorale che verrà affrontato nel dibattito parlamentare, e che dovrà assicurare governabilità e alternanza, è assolutamente necessario che vengano reintrodotte le preferenze, per restituire ai cittadini la possibilità ed il diritto di scegliere il proprio rappresentante, garantendo in questo la doppia preferenza per la rappresentanza di genere".

Riguardo al Jobs act, su cui in Direzione è stato presentato il "Decalogo" firmato dalla Parlamentare insieme ad una ventina di colleghi, "non si può non partire dal ricondurre le oltre 40 forme di impiego cosiddetto flessibile ad un unico contratto, garantendo l'universalizzazione di alcuni diritti, la copertura per malattia e maternità per tutti a prescindere dalla retribuzione prevista per la prestazione”.

Non manca un giudizio sull'operato del governo Letta. "E' chiaro che serve un cambio di passo - conclude Petitti -. Non un rimpasto, ma una vera e propria ripartenza totale. Letta deve ottenere un secondo incarico e formare un nuovo governo che goda di maggiore fiducia e prestigio".

Intanto è ciò che era partito come un appello diventa una vera e propria campagna di sensibilizzazione sulla nuova legge elettorale. "Preferisco le preferenze", lanciato da Petitti insieme ad altri parlamentari del Pd per reintrodurre il voto di preferenza, ha già raccolto l'adesione di numerosi colleghi e militanti "con la convinzione che la preferenza è la base da cui partire per realizzare una giusta legge elettorale". E' stata attivata inoltre una pagina Facebook che sta registrando centinaia di sostenitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento