Dissesti idrogeologici, Rossi: "Programmare una serie di interventi"

E' quanto afferma il neo consigliere regionale Nadia Rossi, ricordando come nel riminese "sono censite almeno 5 mila frane attive, soprattutto ubicate nella fascia collinare tra Valconca e Valmarecchia".

"Uno dei primi compiti, urgenti, che si troverà ad affrontare il nuovo Governo regionale è programmare una robusta serie di interventi sul problema degli smottamenti e delle frane che, purtroppo, stanno interessando anche il territorio riminese". E' quanto afferma il neo consigliere regionale Nadia Rossi, ricordando come nel riminese "sono censite almeno 5 mila frane attive, soprattutto ubicate nella fascia collinare tra Valconca e Valmarecchia".

"E’ una situazione storica di fragilità della nostra area, alla quale, nei decenni scorsi, si è cercato di dare soluzione principalmente attraverso interventi sulle emergenze e, in parte, anche sulla prevenzione - aggiunge Rossi -. Le particolari, e mutate, condizioni meteorologiche degli ultimi anni- con l’incremento dei fenomeni di picco delle precipitazioni- e il progressivo rarefarsi di investimenti ad hoc da parte dello Stato centrale e dei relativi trasferimenti agli enti locali, sta portando a una situazione da monitorare con grande attenzione ora, nei prossimi giorni e nelle prossime settimane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiosa il neo consigliere: "Le notizie che provengono da diversi Comuni dell' area collinare circa movimenti franosi che rischiano di isolare paesi e frazioni sono campanelli d’allarme da non sottovalutare ma, anzi, da affrontare subito. Mi pare che la Regione lo stia già facendo in sinergia con i Comuni interessati. Ma credo che, al di là di questo, sia necessario da subito individuare un programma di investimento articolato e organico, non estemporaneo ma triennale/quinquennale, con cui il Governo regionale - sensibile alle tematiche della cura del territorio - possa destinare risorse strutturali per la risoluzione di un problema che sta allarmando i territori dell’ Emilia Romagna, compreso quello riminese. Immediatamente dopo la formalizzazione della Giunta regionale, illustrerò il problema all’assessore e all’assessorato competenti, offrendo la mia piena collaborazione, in sintonia con i Comuni della provincia di Rimini, per definire un programma di interventi, a partire dalle priorità. Già in settimana incontrerò i Sindaci delle Unioni – Valmarecchia e Valconca – proprio per iniziare il lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Lavoratori edili in stop forzato, imprese in prima linea per affrontare l'emergenza

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • Nuovi contagi: quello di oggi è il dato più basso da un mese

Torna su
RiminiToday è in caricamento