menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distretto turistico della Riviera, "serve il coinvolgimento di tutti"

La nascita del distretto turistico della riviera romagnola, che l’Assessore Melucci ha proposto in Commissione e portato avanti nel tavolo Istituzionale attivato dal Prefetto di Rimini, "mi sembra una buona idea"

La nascita del distretto turistico della riviera romagnola, che l’Assessore Melucci ha proposto in Commissione e portato avanti nel tavolo Istituzionale attivato dal Prefetto di Rimini, "mi sembra una buona idea". E' quanto sottolinea il consigliere regionale del Pdl, Marco Lombardi, spiegando che "l’iniziativa va “accudita e curata” per evitare che, come spesso avviene da noi, naufraghi fra lo scetticismo degli operatori che dovrebbero essere coinvolti ed il cinismo dei “tecnici” rimasti fuori dall’iniziativa che ne evidenzieranno solo tutte le possibili criticità".

"In primo luogo per amore di verità e per proseguire nel tentativo di pacificazione politica utile da noi ed in tutto il Paese, è bene ricordare che stiamo parlando di una previsione normativa del Governo Berlusconi, accolta con freddezza allora e riscoperta in tutta la sua utilità oggi - chiosa Lombardi -. La costituzione del Distretto Turistico oltre a formare una massa critica importante per proporsi in ogni iniziativa nazionale ed internazionale, comporta la possibilità di un regime fiscale agevolato per le aziende che vi partecipano, una “zona a burocrazia zero” e agevolazioni per  accedere al credito. Praticamente tocca le tre questioni fondamentali che frenano la possibilità di rilancio dell’economia, in questo caso turistica".

"La procedura per arrivare al Distretto è però complessa e va affrontata con professionalità. Occorrerà ad esempio grande capacità di far condividere il percorso agli operatori interessati e  grande pressione verso le Autorità pubbliche coinvolte perché collaborino e non frenino - aggiunge Lombardi -. Di qui la proposta che mi sento di fare all’Assessore Melucci. Spesso sul nostro territorio, chi governa (di solito amministratori di sinistra) ha sempre bypassato il rapporto con l’opposizione, rivolgendosi direttamente alle associazioni di categoria rappresentative e concordando con loro un percorso nel quale noi dell’opposizione entravamo in gioco solo in caso di conflitto. Oggi il mondo è cambiato".

"L’opposizione rappresenta tanti cittadini ed operatori quasi quanto chi governa, ed anche le associazioni di categoria spesso non riescono a rappresentare appieno i loro associati. Ecco allora che è a mio avviso determinante per le forze politiche responsabili e che non giocano allo sfascio, essere tutte coinvolte in un progetto importante e sicuramente utile come quello del Distretto Turistico - sottolinea il consigliere regionale -. Mi spiego meglio. Siccome il progetto è necessariamente un progetto che conta sulla collaborazione tra tanti livelli istituzionali e sulla condivisione di tantissimo operatori, bisognerà divulgarlo al meglio contrastando anche l’ inevitabile disinformazione che si accompagnerà a questa iniziativa".

Per l'esponente del Pdl "occorrerà che da subito, e non solo in caso di emergenza,  anche il PDL a tutti i livelli venga immediatamente coinvolto e messo al corrente dei dati tecnici e delle procedure di cui si sta  discutendo in modo da svolgere da protagonisti e non da comprimari, l’opera di costruzione del Distretto Turistico. Ricordo che in Italia esiste solo un’altra esperienza come quella che ci accingiamo a mettere in campo qui e quindi le difficoltà saranno notevoli e le diffidenze saranno difficili da superare".

"Se sapremo agire insieme e con pari dignità alla fine daremo un contributo importante al rilancio dell’economia della nostra Provincia se invece prevarranno ancora logiche partitiche ormai superate dalla storia e dalla crisi, correremo seri rischi di impantanarci lungo il cammino e così come in caso di successo è ovvio che il maggior merito sarà inevitabilmente di chi governa, anche in caso di insuccesso varrà la stessa massima", conclude Lombardi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento