Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Dopo il "no" di Gessaroli la Foronchi tende la mano agli elettori del centrodestra

La candidata a sindaci di Cattolica del centrosinistra al ballottaggio col primo cittadino uscente: "sui temi che abbiamo proposto nel nostro programma c'è la massima apertura per la loro realizzazione"

Dopo l'annuncio di Massimiliano Gessaroli, l'esponente di Alleanza civica uscito sconfitto dal primo turno delle amministrative di Cattolica, che ha posto il veto all'appoggio dei due candidati in lizza al ballottaggio a tendere una mano all'elettorato di centrodestra è Franca Foronchi aspirante sindaco della Regina per il centrosinistra. L'obiettivo è quello di battere l'avversario, sostenuto dal Movimento 5 Stelle e sindaco uscente, Mariano Gennari. "La posizione di Gessaroli è a mio avviso equilibrata e corretta - spiega la Foronchi - Fin dal giorno dopo l'esito delle elezioni, sia io sia i partiti della coalizione che mi sostengono stiamo cercando di comunicare in modo chiaro due messaggi. Il primo è rivolto alle persone che già al primo turno hanno votato per la mia persona e la coalizione di centrosinistra, chiedendo loro di tornare alle urne per il ballottaggio di domenica 17 e lunedì 18 ottobre; questa azione è fondamentale perché per vincere abbiamo bisogno del loro sostegno. Il secondo messaggio è indirizzato a quei cittadini che al primo turno non sono venuti a votare o che non ci hanno votato, invitandoli a venire ad esprimere la propria scelta al ballottaggio avendo letto prima con attenzione il nostro programma elettorale". 

"Il Dottor Gessaroli - prosegue la candidata - cita alcuni progetti che stanno particolarmente a cuore a lui e alla lista civica che lo ha sostenuto; penso ad esempio alla ricostruzione della scuola della Repubblica dove si trova ora, scelta che impedirebbe di riflesso di cementificare l'ultima grande area verde rimasta nel quartiere Macanno; evitare la costruzione del mega parcheggio sotterraneo in Piazza Roosevelt; evitare la privatizzazione della spiaggia libera adiacente al porto; attuare una revisione generale della viabilità cittadina. La posizione del Dottor Gessaroli su questi temi, così come su altri, è in linea con il programma presentato già a luglio dalla coalizione di centrosinistra. Ricordo inoltre che su alcuni di questi temi sono state portate avanti insieme battaglie durante i cinque anni di opposizione: penso ad esempio al sostegno congiunto per la raccolta firme per evitare lo spostamento della scuola della Repubblica e per provare a convincere l'attuale amministrazione a rivedere il progetto del nuovo supermercato Macanno, per il mantenimento della spiaggia libera al porto, risultato raggiunto in questa legislatura con la concreta possibilità che, in caso di vittoria di Gennari, “la porta” si riapra nella direzione auspicata dall’attuale maggioranza". 

"Il mio impegno, qualora i cittadini ci daranno la fiducia al ballottaggio - conclude la Foronchi - non è solo quello di onorare quegli impegni programmatici in cui ci ritroviamo con il Dottor. Gessaroli e la lista che lo ha sostenuto, ma ci sarà un coinvolgimento attivo nelle scelte e nella programmazione amministrativa di quei consiglieri di minoranza che le sposano. Ritengo il loro contributo prezioso non solo in termini di controllo ma proprio nella condivisione delle scelte. A noi sta a cuore Cattolica e sui temi che abbiamo proposto nel nostro programma c'è la massima apertura per la loro realizzazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il "no" di Gessaroli la Foronchi tende la mano agli elettori del centrodestra

RiminiToday è in caricamento