rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Politica Riccione

Elezioni a Riccione, Confcommercio incontra Angelini: "Conosce i problemi dei settori che rappresentiamo"

La delegazione di Confcommercio Riccione ha incontrato la candidata della coalizione di centrosinistra, Daniela Angelini

Incontro con la delegazione di Confcommercio Riccione per la candidata sindaca Daniela Angelini. Questa mattina nella sede dell’associazione in via dei Mille, si è svolto un dibattito “proficuo e franco” come lo ha definito il referente di delegazione, Alfredo Rastelli.


“La candidata Angelini, provenendo dal mondo delle associazioni di categoria, ha ben chiare le problematiche dei settori che rappresentiamo. A cominciare dal tema della sicurezza sul territorio, che già in questi primi scorci di bella stagione è tornato a riempire le cronache: la candidata ci ha illustrato la sua idea di istituire presidi nei punti nevralgici della città utilizzando più agenti di Polizia locale come deterrente per la microcriminalità. Anche con lei abbiamo poi parlato delle tematiche specifiche per turismo, commercio e pubblici esercizi: dalle tariffe dell’imposta sul suolo pubblico che riteniamo vadano mantenute più basse, fino al piano per il commercio e al controllo delle attività attraverso regolamenti che non vadano a penalizzare intere zone o settori ma che, in caso di necessità, mettano nelle condizioni di punire solo chi trasgredisce. Abbiamo soprattutto posto l’accento sulla necessità di un ritorno alla collaborazione con l’amministrazione, che riteniamo imprescindibile per il bene della nostra città. Il confronto e il dialogo con chi rappresenta gli operatori che vivono ogni giorno la realtà del territorio permette di prendere decisioni condivise con cognizione di causa. Riteniamo dunque importante la volontà della candidata di riaprire i tavoli che in questi anni sono stati abbandonati”.


“Il confronto con Confcommercio ha confermato che siamo sulla strada giusta – dice la candidata Daniela Angelini – perché nel dialogo con i rappresentanti di categoria ho ritrovato la mia idea di città. Sono consapevole che l’idea sul dove portare Riccione nei prossimi anni si concretizza solamente con la piena collaborazione e la condivisione dei progetti, dialogando con chi rappresenta la sintesi delle esigenze degli operatori che vivono, lavorano e investono in città. Dobbiamo quindi per prima cosa recuperare massicciamente il confronto riaprendo i tavoli con le categorie economiche e facendoli diventare strutturali. Il dialogo sarà utile in tutti i settori, ma in particolare lo ritengo imprescindibile per un comparto come il commercio che ha bisogno di essere proiettato nel futuro attraverso programmi e progetti condivisi”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Riccione, Confcommercio incontra Angelini: "Conosce i problemi dei settori che rappresentiamo"

RiminiToday è in caricamento