menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni a Santarcangelo, Parma (Pd): "Lavoreremo per favorire le imprese e il mercato"

"Visitando questa zona industriale ho avuto la conferma dell'esistenza di un sistema produttivo fatto di imprese altamente specializzate che investono sull'eccellenza", ha evidenziato Parma

“Santarcangelo è una città di cultura, dall'enorme patrimonio storico, ma è anche una città ricca di aziende che basano la loro produzione sia sulla tradizione che sull'innovazione". E' quanto ha affermato il candidato sindaco del Pd, Alice Parma, in occasione dell'incontro che si è svolto lunedì sera al RistoMensa, alla presenza dell'ex ministro Cesare Damiano.

"Visitando questa zona industriale ho avuto la conferma dell'esistenza di un sistema produttivo fatto di imprese altamente specializzate che investono sull'eccellenza - ha evidenziato Parma -. La nostra azione amministrativa verterà proprio sulla valorizzazione di queste caratteristiche, promuovendo l'eccellenza, la qualità e la competitività del nostro sistema produttivo, anche attraverso la costruzione di un nuovo rapporto fra pubblico e privato basato su trasparenza, equità e umiltà. Semplificazione e sburocratizzazione saranno quindi le colonne portanti delle nostre azioni amministrative, che punteranno a creare le condizioni per cui le aziende possano, con sicurezza e facilità, investire a Santarcangelo e, soprattutto, investire in qualità, innovazione ed eccellenza.”

Il candidato sindaco ha parlato dell’impegno che intende assumersi nel governo della città con progetti concreti e chiari. “Tutti sappiamo che anche Santarcangelo sta soffrendo per l'attuale crisi, economica ma anche sociale, ma noi siamo convinti che per uscire da questa crisi non si possa puntare al ribasso. Per uscire dalla crisi bisogna mirare in alto, portare avanti i valori di qualità e innovazione che caratterizzano il made in Italy e, in particolare, tutto il sistema economico dell'Emilia-Romagna. Noi, come amministrazione comunale, ci impegneremo in questa direzione per guardare al futuro con speranza".

"Ci impegneremo a prevedere sistemi di incentivi e sostegno per lo sviluppo delle imprese del territorio - ha chiosato Parma -. Un'azione di primaria importanza sarà quella di ripatrimonializzare i consorzi fidi che oggi, a fronte di un sistema bancario che non concede prestiti a nessuno, sono diventati il punto di appoggio fondamentale sia per le aziende in crisi, sia per quelle che vogliono investire. Saremo poi ben attenti nel cercare fondi in Unione Europea, in Italia e in Regione, che proprio in questi giorni ha approvato in giunta un progetto di legge sull'attrattività delle imprese proponendo sgravi fiscali (probabilmente IRAP) per le aziende che producono innovazione soprattutto nel campo della tecnologia e della sostenibilità".

"Istituiremo nuovi tavoli di concertazione, che si rendono necessari soprattutto in vista del riordino istituzionale delle Province, dai quali dovranno venir fuori obbligatoriamente decisioni e proposte concrete - ha proseguito il candidato sindaco democratico -. Attueremo anche una revisione oculata del sistema fiscale che sia più rispondente alle esigenze delle aziende e delle famiglie in un'ottica di equità, negli ultimi anni, abbiamo sempre più cercato di ridimensionare la spesa pubblica all’interno del nostro bilancio avendo a cuore il mantenimento dei servizi, molto alti nella nostra realtà".

"Oltre a ciò, due sono le idee che abbiamo in testa e che vorremmo realizzare: la promozione di un fondo di 50.000 euro per la costruzione di start-up innovative (ex art. 25 c. 2 L. 179/2012 “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”) che abbiano sede a Santarcangelo e promuovano innovazione anche nell'ambito socio informativo; ed individuare un sito dove far partire un incubatore di idee per lo sviluppo di imprese co-working a Santarcangelo con attività relative alle nuove tecnologie e al recupero edilizio”.

Infine, considerando il luogo in cui si è tenuto l’incontro, la Parma ha voluto affrontare il tema della viabilità: “Il tratto di via Emilia che attraversa la zona artigianale è di competenza dell'Anas, che si è dimostrata irreprensibile e contraria ad ogni cambiamento. A dispetto di quanti – anche durante questa campagna elettorale – dicono il contrario, finché questo tratto di via Emilia resterà di competenza dell'Anas, quest’ultima non si dimostra al momento disponibile nel modificare la viabilità".

"Ci siamo impegnati ad aprire una trattativa mediante la quale il Comune di Santarcangelo acquisirà tutto il tratto di via Emilia che attraversa il suo territorio e potrà quindi avere maggiore discrezionalità rispetto alle scelte di viabilità e risolvere questo problema di viabilità contingente - ha concluso -. Questa acquisizione non avverrà in tempi brevissimi ma vista l’esigenza che abbiamo riscontrato in chi opera in questa zona, riteniamo opportuno essere portavoce in questa fase di commissariamento per sollecitare affinché non si perda tempo in questa trattativa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento