Elezioni a Verucchio, l'appello di Stefania Sabba: "Votare è dare voce ai propri valori e concretizzare idee e sogni"

"Chiedo a tutti di andare alle urne, esprimere la propria preferenza vale infinitamente più di un post o di un tweet"

Stefania Sabba, sindaca uscente, candidata alle prossime elezioni per il Comune d Veurcchio con la Lista Impegno Civico per Verucchio lancia il suo appello al voto. "A tutti cittadini ed elettori del Comune di Verucchio, il mio personale appello al voto Il 26 maggio si sceglie il futuro di Verucchio, ciascuno faccia la propria parte. Qualche giorno fa mi è capitato di rileggere un testo di Antonio Megalizzi, il giovane reporter appassionato dell’Europa, scomparso tragicamente lo scorso dicembre in un attentato terroristico. Antonio è un ragazzo italiano della ‘generazione Erasmus’. Quella generazione che ha nella libertà e nell’assunzione delle responsabilità, la molla per realizzarsi. Antonio Megalizzi è uno dei nostri figli. Quelli che guardiamo ogni giorno, con occhi allo stesso tempo affettuosi e preoccupati, crescere in un mondo sempre più difficile.

La domanda che ci poniamo tutti è: come aiutare i nostri ragazzi? Per me la risposta è questa: insegnando loro con l’esempio, ad assumersi responsabilità. Senza alibi, senza dare colpe agli altri, non delegando per comodità o interesse ma prendendosi in prima persona il compito di migliorare se stessi, il proprio quartiere, la propria città, il proprio Paese. Votare significa assumersi una responsabilità: questo ci viene insegnato dalla Costituzione italiana.
Non si tratta di democrazia rappresentativa o di delega. Recarsi alle urne vuol dire partecipare in prima persona alla realizzazione e al miglioramento del presente e del futuro dei luoghi in cui si vive. Non è un atto automatico o dettato da forza d’inerzia. Con il voto le persone esprimono la loro idea sui valori in cui credono, su come condividere e concretizzare idee e sogni. Per questo il giorno del voto è il più alto esercizio di democrazia, libertà e partecipazione che ci ha regalato e continua a regalarci la Costituzione italiana. Ed è per questo che il 26 maggio, data in cui oltre alle elezioni europee, si sceglie anche il governo locale, mi sento di chiedere a Verucchio e ai verucchiesi di andare a votare. Esprimere la propria preferenza nelle urne vale infinitamente di più di un post, di un tweet, di una lamentela o di un’adulazione. Ha una forza che rade al suolo qualsiasi algoritmo, ogni furbizia della vecchia politica. In un paese, poi, ci si conosce meglio che in una grande città e si guarda con più attenzione alle persone. Sì, le persone. Il punto di partenza e quello di arrivo, nel senso etimologico stesso del termine ‘democrazia’. Le persone con il loro impegno, la loro passione, la loro creatività, la loro voglia di mettersi in gioco per gli altri, nonostante una narrazione martellante voglia farci credere il contrario. In questi mesi di campagna elettorale, a Verucchio, ho incontrato tante di queste persone. Anche con idee e opinioni differenti. Al di là degli schieramenti, penso che questo sia un patrimonio di cui la comunità verucchiese potrà giovarsi soprattutto per il dopo 26 maggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed è un patrimonio che, almeno in parte, riscatta 100 giorni in cui non sono mancati colpi bassi e attacchi personali. Come Impegno Civico per Verucchio abbiamo voluto costantemente restare fedeli alla filosofia di una lista civica pura, libera da qualsiasi ingerenza di qualsivoglia tipo: le persone possono. Su questo abbiamo costruito il programma, frutto di un percorso partecipato che ha messo al centro del presente e del futuro di Verucchio il lavoro, l’ambiente, la sicurezza, i servizi sociali, i giovani, la cultura, una macchina comunale efficiente e rapida nei percorsi e nelle decisioni. Verucchio ha sempre dimostrato di avere la schiena dritta, non si è mai arreso alle difficoltà, ha saputo affrontare e superare anni difficili e di crisi generalizzata grazie alla coesione sociale e a un fortissimo spirito di appartenenza comunitaria. Possiamo e dobbiamo nei prossimi 5 anni non solo continuare questo prezioso cammino ma migliorarlo, diventare virtuosi e di esempio, grazie anche alla condivisione di un progetto amministrativo adesso ancora più ricco di forze libere e civiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

Torna su
RiminiToday è in caricamento