Elezioni, Bartolomei (Scelta Europea) su giovani e lavoro: "Favorire l’avvio di start-up"

Maria Grazia Bartolomei, candidata alle elezioni europee nell'Italia Nord Orientale con Scelta Europea, lista dei democratici e liberali europei, mette al centro della propria campagna elettorale le politiche per il lavoro, soprattutto giovanile

Maria Grazia Bartolomei, candidata alle elezioni europee nell’Italia Nord Orientale con Scelta Europea, lista dei democratici e liberali europei, mette al centro della propria campagna elettorale le politiche per il lavoro, soprattutto giovanile. “L’Europa può far tanto per i giovani, a partire da percorsi di istruzione e formazione più coerenti con le richieste di figure professionali da parte delle imprese” afferma l’amministratrice locale romagnola.

“Anche le risorse del Fondo Sociale Europeo 2014 – 2020 dovrebbero concentrarsi sulla formazione tecnica nell’ambito dei servizi alle imprese e alle persone, che vede salire l’offerta di sbocchi lavorativi, dando seguito alle iniziative ministeriali per rafforzare gl’Istituti Tecnici Superiori. Inoltre la preparazione dei giovani dovrebbe essere più allineata all’evoluzione dei processi produttivi, soprattutto nei comparti tecnologicamente più avanzati come la meccanica di precisione e l’aerospaziale”, sostiene Bartolomei.

“Per favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro oltre che sull’orientamento dei più giovani tra i 15 ed i 24 anni occorre sviluppare l’imprenditorialità giovanile, favorendo l’avvio di start-up legate alle eccellenze produttive dei territori. Va inoltre messo a punto un sistema per garantire la formazione continua, a lato di un sistema di protezione sociale per le fasi in cui si rimane privi di occupazione, semplificando in Italia la disciplina dell’apprendistato ancora appesantito da troppi adempimenti che disincentivano gl’imprenditori ad effettuare nuove assunzioni” – continua la candidata di Scelta Europea. “In Europa ci sono 4 milioni di posti di lavoro vacanti, occupiamoli favorendo la mobilità, a vantaggio prevalente di chi è già introdotto nel mercato del lavoro, ma che deve rimanervi ancora a lungo – conclude Bartolomei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento