Elezioni comunali, a Riccione il Pd schiera Sabrina Vescovi

L'imprenditrice: "Lavorerò fin da subito per rinsaldare questa coalizione con Patto Civico-Oltre, Immagina Riccione e tutta la sinistra riccionese"

E’ Sabrina Vescovi il candidato sindaco del Pd. La scelta è stata fatta nella direzione di partito che si è tenuta mercoledì 22 marzo a partire dalle 20.45 nella sede del circolo di San Lorenzo in via Veneto. Dopo un percorso di consultazioni interne al partito è emerso il nome della Vescovi che la direzione ha approvato all’unanimità. “Con la candidatura di ieri sera il Pd mette a disposizione della città una personalità di primo piano, di grande esperienza amministrativa e con un’importante visione della città. – Sottolinea il segretario del Pd Marco Parmeggiani. - Sabrina Vescovi è la proposta di candidatura che il Pd mette a disposizione per elaborare e irrobustire il confronto programmatico con movimenti, associazioni e partiti per le elezioni riccionesi. Col mandato ottenuto stasera dalla direzione, potrà agire con piena autorevolezza sia per rafforzare la coalizione con Patto Civico-Oltre, Immagina Riccione e tutta la sinistra riccionese, sia per valutare eventuali nuove alleanze”.

“Lavorerò fin da subito - spiega la Vescovi - per rinsaldare questa coalizione, che è fondamenta di un progetto politico che si basa sulla forte esperienza di governo del Pd e sulla capacità del mondo civico di rappresentare le istanze sociali ed economiche della città. La giunta Tosi ha purtroppo in questi anni determinato il blocco e il declino della città isolando e dividendo la società riccionese invece di utilizzare le grandi risorse che da sempre la caratterizzano. Riccione, che è città internazionale, deve aprirsi e non chiudersi. Il progetto di alleanza con Patto Civico-Oltre, Immagina Riccione e le forze della sinistra, vuole rappresentare al meglio la vitalità e le risorse della società riccionese, nella consapevolezza della necessità di rendere la proposta politica, ancora più forte, e ancor più attinente alle diverse sensibilità della città e di un mondo in evoluzione. In questo senso va letta la scelta del Pd di mettere a disposizione la mia candidatura o di aprirsi a valutare la disponibilità di altre candidature capaci di rappresentare l’intera coalizione e la complessità sociale ed economica della città e in grado di esprimere un profilo di competenza e capacità amministrative solide, per permettere a Riccione di rimettersi subito in cammino”.

Nata a Rimini 47 anni fa, è mamma di due figli: Alice di 15 anni e Filippo di 13. Laureata in giurisprudenza, è imprenditrice e ricopre ruoli di primaria responsabilità in un gruppo di aziende operante nel settore delle telecomunicazioni professionali. E’ componente del Consiglio della camera di Commercio di Rimini/Forlì/Cesena in rappresentanza di Confindustria Romagna, dove è Presidente della sezione Terziario. All’esperienza lavorativa si aggiunge l’esperienza acquisita nella sua attività politica. Consigliere comunale dal 1992 al 1995. Presidente del consiglio comunale dal 1995 al 1997 e consigliere delegato al patrimonio dal 1997 al 1999. Presidente del consiglio comunale dal 1999 al 2004 Assessore alla Pubblica Istruzione dal 2004 al 2009.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

Torna su
RiminiToday è in caricamento