menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni comunali, il Pd Rimini verso la "verità" sul nodo della candidatura

Via libera al programma, resta la scelta tra nome unitario del candidato o le primarie

Il programma c'è, ora occorre definire le alleanze, a partire da quella con il Movimento 5 Stelle, e il metodo per la candidatura, e dunque le primarie o una scelta condivisa. La direzione comunale del Partito democratico di Rimini dà il via libera, dopo la riunione di lunedì alla proposta programmatica per il prossimo mandato amministrativo. "Una riunione importante, per l'occasione allargata agli iscritti del Pd", durante la quale il segretario Alberto Vanni Lazzari annuncia per i prossimi giorni una nuova riunione della direzione per discutere di candidature. "Quella- precisa- sarà la sede per decidere la proposta da portare al tavolo della coalizione. O una candidatura unitaria oppure le primarie", con gli aspiranti candidati Emma Petitti e Jamil Sadegholvad. Il lavoro per la definizione delle proposte programmatiche è iniziato, ricorda Lazzari, il 28 settembre scorso con il progetto denominato "#IdeaRimini", strutturato su cinque tavoli di lavoro tematici aperti a tutti i cittadini che in oltre tre mesi e 48 incontri ha raccolto "idee, esperienze, contributi utili per disegnare le linee di sviluppo della città".

Sono state oltre 200 le iscrizioni, di cui il 40% in rappresentanza della società civile. Gli ambiti scelti sono quelli dell'economia, del sociale, dello sviluppo sostenibile, della cultura e della nuova partecipazione, e i coordinatori, Jessica Valentini, Sandro Luccardi, Donato Piegari, Carlo Mazzocchi, William Raffaeli e Lucio Gobbi, hanno presentato i lavori e le conclusioni sotto forma di proposte operative.

Dopo questo passaggio assembleare i punti programmatici saranno socializzati con la città in spazi di confronto e portati al tavolo della coalizione come contributo del Pd alla definizione del nuovo programma per Rimini. La "parola d'ordine- prosegue Lazzari- è coprogettare la città, avvicinando le Istituzioni ai cittadini, con equità tra centro e periferie, accorciando le distanze sociali che hanno cambiato le consuetudini e gli schemi ai quali eravamo abituati. Dunque per gli alleati e il candidato sindaco, "qualunque esso sarà, una proposta programmatica radicata sui valori irrinunciabili del centrosinistra: democrazia, uguaglianza, solidarietà, sostenibilità giustizia sociale, merito, legalità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento