Politica

Elezioni, Confcommercio incontra il candidato Ceccarelli: "Più sicurezza e meno burocrazia"

Altro tema centrale è stato l’abusivismo: "Ceccarelli ha sottolineato l’importanza di aprire tavoli di confronto con le associazioni di categoria"

Il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino, insieme ai rappresentati e ai dirigenti delle categorie economiche aderenti all'associazione, ha incontrato nella giornata di mercoledì Enzo Ceccarelli, candidato sindaco al Comune di Rimini per la coalizione di centrodestra. L’incontro, che ha fatto seguito a quelli dei giorni precedenti avvenuti con altri candidati, è stato un confronto sulle idee e la visione di futuro della città, con particolare riguardo ai temi legati alle piccole e medie imprese e ai professionisti del nostro territorio.

“Due le istanze su cui si è discusso di più, entrambe trasversali a tutte le categorie rappresentate – spiega il presidente provinciale di Confcommercio, Gianni Indino -, ovvero l’esigenza di implementare sicurezza e decoro sul nostro territorio e il bisogno di poter contare su un’amministrazione snella cercando di semplificare il rapporto pubblico-privato attraverso la diminuzione della burocrazia. Ritardi nella consegna degli atti, lungaggini burocratiche, appuntamenti negli uffici pubblici a mesi di distanza sono nemici di chi fa impresa e su questo dovrà lavorare molto chi diventerà sindaco della nostra città. Così come servirà uno scatto in avanti nel modo di gestire la sicurezza. Dal candidato Ceccarelli, che conosce già la macchina amministrativa dopo l’esperienza avuta come primo cittadino di Bellaria, abbiamo avuto ampie rassicurazioni sulla volontà di intervenire da subito su questi due fronti".

"Sia i commercianti, sia gli agenti di commercio, hanno poi analizzato insieme al candidato Ceccarelli l’aspetto legato a viabilità e parcheggi, soprattutto nelle aree di maggior interesse come centro storico e mare, condividendo il fatto che luoghi belli, ma non frequentati, possono generare problemi anche di degrado o ordine pubblico - prosegue Indino - Si è discusso anche di imposte locali, in particolare della Tari che rimane tra le più pesanti incombenze economiche per le imprese. L’abusivismo in vari settori commerciali, professionali e di servizi come ad esempio la ristorazione è stato un altro tema caldo e abbiamo apprezzato il fatto che il candidato del centrodestra abbia più volte sottolineato l’importanza di aprire tavoli di confronto con le associazioni di categoria anche propedeutici alla stesura dei regolamenti di cui sono interessati, valorizzando così l’esperienza diretta e concreta del privato su vari temi per mettere in campo azioni concrete che vadano nell’interesse di tutti. Ceccarelli ha dato uno sguardo d’insieme sulla sua idea di territorio, puntando a giocare le sfide che la città avrà davanti nel prossimo futuro con un approccio di sistema, che la Romagna dovrà affrontare insieme ponendo Rimini al centro della scena”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Confcommercio incontra il candidato Ceccarelli: "Più sicurezza e meno burocrazia"

RiminiToday è in caricamento