Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Elezioni, Lisi: "Partiti tradizionali non più capaci di intercettare i cambiamenti sociali"

“Essere parte di un soggetto politico civico oggi non è cosa semplice, né facile”, ha detto la Lisi ai suoi. “Non lo è perché da troppo tempo si sta assistendo ad una crisi generale della politica"

“Mentre i partiti, con i loro candidati, si azzuffano tra di loro, affannandosi ad interpretare il solito e triste copione delle baruffe chiozzotte e delle noiose schermaglie elettorali, perdendo tempo tra polemiche, frecciatine e fango sparso, io guardo al futuro di Rimini e continuo  il percorso di consolidamento della nostra proposta politica per le prossime elezioni Amministrative”, ha detto Gloria Lisi, durante un incontro con alcuni suoi sostenitori riuniti, presso la sede del suo comitato elettorale, per fare il punto sulle ultime fasi di preparazione che daranno il via ufficiale alla campagna elettorale.

“Essere parte di un soggetto politico civico oggi non è cosa semplice, né facile”, ha detto la Lisi ai suoi. “Non lo è perché da troppo tempo si sta assistendo ad una crisi generale della politica, una politica divenuta sempre più autoreferenziale che non riesce a guidare la profonda trasformazione avvenuta nella società. Rimini purtroppo con i suoi i tanti egoismi individuali non si sottrae a questa realtà.  Anche qui da noi i partiti, soprattutto quelli tradizionali, non vengono più vissuti come soggetti capaci di intercettare queste trasformazioni e fornire modelli ed esempi capaci di coinvolgere la comunità. Il mio programma elettorale avrà al centro l’obiettivo di ricondurre la politica alla dimensione dell’ascolto della comunità tutta, evitando di indebolirla e banalizzarla attraverso dicotomie ed etichette all’interno delle quali nessuno, o forse pochissimi, si riconoscono più".

Ed ancora: “Così mentre gli altri sono impegnati a farsi la guerra delle parole - ha detto ai suoi sostenitori Gloria Lisi - noi ci stiamo confrontando con la città per costruire insieme un’Amministrazione che facilita, sostiene, valorizza la comunità cittadina, ogni giorno, senza dimenticare nessuno. La nostra idea di città che sta nascendo dall’ascolto è quella di una comunità sana, florida, solidale, coesa, in una città aperta al mondo.”

Incontri, molto accesi e dibattuti che hanno posto due grandi obiettivi e che Gloria Lisi ha fatto suoi ponendoli al centro della sua offerta politica.  Costruire una città che punta sulla riqualificazione e cura delle sue periferie, comprese le frazioni, coinvolgendo i cittadini nell’individuazione delle necessità e delle priorità e che valorizza e sostenga un modello di welfare sussidiario in cui convivono e si rafforzano il ruolo di controllo e indirizzo del pubblico e la forza dell’iniziativa privata, profit e non profit, con il sostegno della città nelle sue diverse componenti. “Ascolto, inclusione, partecipazione popolare” ha concluso Gloria Lisi, “e questi saranno i binari su cui faremo viaggiare il nostro impegno. Vogliamo un Comune capace di valorizzare ogni contributo alla vita della Città. Per costruire una città in grado di offrire a ciascuno la sua opportunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Lisi: "Partiti tradizionali non più capaci di intercettare i cambiamenti sociali"

RiminiToday è in caricamento