Elezioni regionali, Fabbri (FI): "No allo 'spezzatino'. Il mercato ambulante è una risorsa"

"Il mercato degli ambulanti di Rimini è uno dei maggiori in Emilia Romagna e in Italia. Con il suo ”colore” popolaresco e festoso, da sempre rappresenta una grande attrattiva per i turisti, soprattutto gli stranieri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

"Il mercato degli ambulanti di Rimini è uno dei maggiori in Emilia Romagna e in Italia. Con il suo ”colore” popolaresco e festoso, da sempre rappresenta una grande attrattiva per i turisti, soprattutto gli stranieri. Certamente senza il mercato i visitatori del Centro Storico sarebbero molto meno numerosi, con comprensibili danni anche alle altre attività economiche. E' quindi incomprensibile l'atteggiamento del Sindaco Gnassi, che cerca di mettere in contrapposizione la presenza del mercato con la doverosa riqualificazione del centro storico di Rimini e dei suoi monumenti: Ponte, Rocca, Teatro.

Non si capisce che vantaggio trarrebbero quei progetti di riqualificazione da un mercato spezzettato in più aree e magari sospinto fuori dal Centro. Io sono per mantenere unito il mercato dentro il Centro Storico. Le soluzioni per migliorare l'assetto di piazza Malatesta e delle zone circostanti vanno trovate in accordo con gli operatori, che hanno presentato le loro proposte. Queste proposte vanno esaminate seriamente e senza pregiudizi. Ma di fronte a scelte tanto significative e impegnative, neppure la Regione può restare alla finestra. Una realtà economica e turistica tanto importante, merita spazi adeguati e attrezzati al meglio, del cui costo deve farsi carico anche l'Ente regionale. La riqualificazione della città si fa assieme ai cittadini, non contro di loro".

Torna su
RiminiToday è in caricamento