Elezioni regionali, terzo settore: confronto tra l'eurodeputata Gualmini con la consigliera Nadia Rossi

Così l'europarlamentare Pd Elisabetta Gualmini ha commentato l’intensa mattinata di incontri trascorsa a fianco della consigliera regionale e candidata per il Partito Democratico alle elezioni del 26 gennaio Nadia Rossi

“Occuparsi del sociale significa occuparsi del bene della comunità. Ecco perché lo considero un lavoro straordinario e allo stesso tempo l’obiettivo più alto e più prezioso anche per la politica”. Così l'europarlamentare Pd Elisabetta Gualmini ha commentato l’intensa mattinata di incontri trascorsa a fianco della consigliera regionale e candidata per il Partito Democratico alle elezioni del 26 gennaio Nadia Rossi.

Nel corso della mattinata Gualmini e Rossi hanno incontrato gli educatori, assistenti sociali e operatori in forza ad alcune delle tante realtà del terzo settore attive sul territorio: la cooperativa Akkanto, la Fondazione San Giuseppe e la cooperativa Millepiedi. “Abbiamo ascoltato le loro esperienze – spiega Rossi – e insieme ci siamo confrontati per capire come le nostre istituzioni, Europa e Regione, possano intervenire per sostenere un settore vitale per la tenuta del welfare pubblico. E la sinergia col Terzo Settore sarà necessaria per potenziare e sviluppare i progetti sulla non autosufficienza, per la quale la Regione investirà ulteriori risorse".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nella direzione a sostegno dei caregivers, le donne e gli uomini che assistono i propri cari, spesso anziani non autosufficienti o persone con disabilità che non sono in grado di vivere in piena autonomia, va anche il recente stanziamento di 7 milioni di euro approvato dalla Regione - aggiunge -. L’assemblea legislativa della regione Emilia-Romagna è stata la prima in Italia ad adottare una legge ad hoc per andare incontro alle circa 250 mila persone che dedicano il proprio tempo alla cura dei propri cari. Si tratta di un provvedimento che ha l’ambizione di incrementare la qualità della vita dei cittadini per una comunità sempre più coesa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Chat di gruppo su WhatsApp per evitare i controlli, denunciata l'amministratrice

Torna su
RiminiToday è in caricamento