Elezioni, botta e risposta tra "SiAmo Riccione" e Movimento 5 Stelle

Andrea Delbianco candidato pentastellato e Luca Bosco candidato consigliere, rispondono così a Romeo Sperindio di "SiAmo Riccione", che ha parlato di "un'opposizione paralizzata e sterile alla giunta Tosi"

Il Movimento 5 Stelle "rappresenta a Riccione la seconda lista più votata alle scorse elezioni". Andrea Delbianco candidato pentastellato e Luca Bosco candidato consigliere, rispondono così a Romeo Sperindio di "SiAmo Riccione", che ha parlato di "un'opposizione paralizzata e sterile alla giunta Tosi". "Sperindio - attaccano - ha confuso le creazione di un programma partecipato con la mancanza di programma, quando già da tempo i cittadini sono stanchi di sentire le promesse di progetti faraonici mai realizzati. Basterebbe documentarsi sui principi di democrazia partecipativa per evitare solenni cadute di stile".

Delbianco e Bosco ricordano che "il MoVimento 5 Stelle di Riccione, in questi due anni e mezzo di amministrazione Tosi, ha presentato quasi 100 atti: alcuni riguardanti proprio i lavoratori più svantaggiati, ossia quelli che non sono più nei pensieri di chi riesuma i vecchi cimeli dal baule dei ricordi (falce e martello) per vedere se ancora riescono a rimediare un minimo di potere fornito dal Pd più a destra mai visto. Dai temi ambientali del territorio come la balneazione, il rumore, l'elevato inquinamento, passando per il Ttc fino alla georeferenzazione delle patologie, dai parcheggi al decoro urbano, dalla definizione agevolata delle cartelle esattoriali e alle indennità di disoccupazione per i lavoratori stagionali, solo per fare alcuni esempi. Tutti atti che possono essere visionati sul sito internet riccione5stelle.it ed al banchetto del MoVimento 5 Stelle che a differenza di altri è presente sul territorio ogni settimana ininterrottamente da oltre 4 anni per raccogliere le istanze dei cittadin"i.

"Significativa la foto davanti alla camera del lavoro, parlano di "portare a Palazzo le istanze del mondo del lavoro, in stretta relazione al welfare", ma dimenticano che sono stati i tagli alla disoccupazione fatti dal Governo Renzi a penalizzare migliaia di lavoratori stagionali, che in una località come Riccione sono di enorme importanza ma spesso neanche considerati - continua Delbianco -. Proprio Bosco, uno degli attuali candidati consiglieri, in qualità di attivista si era battuto in prima persona contro la Naspi collaborando con l'Associazione Nazionale Lavoratori Stagionali e fu uno dei protagonisti che portarono alla salvaguardia del 2015, in merito il Movimento 5 Stelle di Riccione - tramite l'ex consigliere Vincenzo Cicchetti - ha presentato una interrogazione comunale e tramite la Consigliera regionale Sensoli ha presentato un'interrogazione ed interpellanza regionale. Fatti non parole. Certo, per alcuni queste possono essere quisquilie e vuotezza, ma parte tutto dal proprio punto di vista e dai propri obiettivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento