Elezioni, la Lega a Forza Italia: "Con Camporesi è suicidio"

La Lega dunque tira dritto con Pecci, lasciando le porte aperte: "Chissa'' che alla fine non sia lui l''ultimo nome di Forza Italia", manda a dire Morrone, chiedendo comunque "serieta''"

Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d''Italia ci provano ancora a Rimini a ricalcare l''intesa nazionale per le amministrative nelle grandi citta''. Ma l''esito della trattativa e'' tutt''altro che scontato. Da una parte il Caroccio "tiene duro" sul suo candidato Marzio Pecci e boccia il continuo fiorire di papabili alternative da parte del resto del centrodestra. Ultimo l''ex pentastellato Luigi Camporesi, candidato ufficiale della lista "Obiettivo civico". Dall''altro gli azzurri non digeriscono il diktat della Lega su Pecci.

"E'' difficile convergere" se la proposta e'' un aut aut, conferma il responsabile provinciale, Giulio Mignani, ribadendo i problemi di "metodo". Comunque, aggiunge senza sbilanciarsi troppo, "gli ultimi giorni sono stati scoppiettanti ed entro la fine della settimana" dovrebbe arrivare la decisione finale. Il discorso con la Lega e'' aperto e, sottolinea Mignani, "sono loro a dovere dirci se vogliono l''alleanza". Diplomazie al lavoro, insomma, come conferma anche il segretario della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, poco attratto in realta'' dal balletto di nomi associati a Fi. Sull''ultimo, Camporesi, intravvede un possibile "suicidio politico". L''ex pentastellato e'' "in gamba ma non credo si faccia bruciare dall''appoggio di Forza Italia". E se e'' un loro nome sarebbe il quinto, "e'' imbarazzante. Spararli cosi'' e'' il miglior modo per perdere", taglia corto.

La Lega dunque tira dritto con Pecci, lasciando le porte aperte: "Chissa'' che alla fine non sia lui l''ultimo nome di Forza Italia", manda a dire Morrone, chiedendo comunque "serieta''". Camporesi, aggiunge, viene da un "percorso diverso, le sue prospettive sono altre", sarebbe "un suicidio politico". Infatti Fi potrebbe finire col trovarsi senza consiglieri. Per "sopravvivere" conviene allora "tenere i piedi per terra". La Lega ha idee e progetti chiari, prosegue Morrone, e vuole capire se gli alleati vogliono "perdere tempo" o peggio "fare vincere Gnassi in cambio di qualche poltrona". Certo, "ci proveremo fino alla fine a trovare l''intesa e credo ci sia ben oltre il 50% di possibilita''", sottolinea il segretario leghista romagnolo negando possibili pressioni da Roma. "A livello nazionale non c''e'' nessun tavolo aperto su Rimini", e in caso, ragiona, come potrebbe sentenziare su Camporesi. "Da Matteo Salvini- conclude- ho piene deleghe. In caso faranno tornare con i piedi per terra Fi a livello locale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento