menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santarcangelo, elezioni il 2014: il Pd chiede ad Alice Parma di candidarsi

Continuano le consultazioni del Pd nei circoli territoriali di Santarcangelo per la definizione delle alleanze e delle proposte per la candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative

Continuano le consultazioni del Pd nei circoli territoriali di Santarcangelo per la definizione delle alleanze e delle proposte per la candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative. Un percorso che Alice Parma ha più volte ribadito, sia nell’incontro di martedì che in quello precedente,  debba essere trasparente, condiviso e chiaro e che quindi deve partire dal basso, ossia dagli stessi iscritti del Pd santarcangiolese. Proprio per ascoltare le diverse valutazioni da parte degli esponenti del partito la discussione si è protratta per due giorni.

L’obiettivo è quello naturalmente di vincere per manifestare al meglio e ancora una volta alla città, nonostante il commissariamento, quanto il Pd possa ancora dare e fare, per ridare ai cittadini fiducia nella politica e nelle scelte che saranno fatte. Anche l’incontro di martedì è stato particolarmente partecipato, con riflessioni approfondite e momenti di emozione.

Nomi ne sono stati fatti tanti anche in questi giorni – Filippo Sacchetti, Paola Donini, Fabrizio Nicolini, Meris Soldati, lo stesso Mauro Morri – ma ieri sera a gran voce è stato chiesto alla segretaria Alice Parma di farsi carico di questa responsabilità e di candidarsi. Per dare sostanza e forza all’idea di proporsi come un partito unito, capace di fare squadra e di governare il cambiamento che avremo davanti.

Di fronte a tale richiesta tutti i presenti “papabili” candidati hanno dichiarato la disponibilità a fare un passo indietro a sostegno di tale proposta, fatto salvo per l’ex sindaco Morri che, per motivi personali, è uscito in anticipo senza prendere parte alla discussione e alla votazione.

Il  nome della Parma circolava già da qualche giorno, anche se forse nessuno si aspettava una tale unanimità di intenti. La Segretaria del Partito ha chiesto ancora un giorno di tempo prima di prendere una decisione, anche perché, ha evidenziato, "preferisco prima  verificare la volontà di chi martedì sera non era presente e confortarmi con le possibili alleanze".

"Sono segretario del Pd, pertanto la mia disponibilità è in funzione esclusiva della condivisione piena di tutto il partito, non di una scelta individuale - conclude -. A gran voce ribadisco che le strade sono aperte per tutti e che non ci sono limiti alle volontà personali, che vanno dichiarate. Il partito non sta escludendo nessuno, ma discute in modo democratico. Ieri sera ha deciso all’unanimità in modo chiaro e trasparente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento