menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, "stop ai conflitti Pd": l'assessore Sadegholvaad incontra gli alleati di coalizione

All'incontro non c'era invece la competitor Emma Petitti, che attende si certifichi il percorso del Partito democratico verso le elezioni amministrative, tra primarie e candidati

"Continuare nell'innovazione, tenendo conto del quadro socioeconomico mutato dalla pandemia". È l'obiettivo che si dà a Rimini l'assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad, in corsa per la candidatura a sindaco per il centrosinistra, che lunedì sera ha incontrato gli alleati di coalizione. Non c'era invece, come annunciato, la competitor Emma Petitti, che attende si certifichi il percorso del Partito democratico verso le elezioni amministrative, tra primarie e candidati. Sadegholvaad intanto punta sulla dialettica, sul dibattito e sulla libera partecipazione quale "condizione essenziale a costruire progetti, programmi, visioni che migliorano la vita di tutti". E con lo stesso spirito venerdì scorso ha incontrato Coraggiosa Rimini e domani incontrerà i Verdi: "C'è il desiderio comune- conferma- di entrare nei temi, uscendo dalla rappresentazione conflittuale di queste settimane, data soprattutto dal Partito democratico, e mettendo davanti a ogni cosa il bene di Rimini e il futuro della città".

Insomma, tiene a sottolineare, "il confronto è sulle cose da fare e su un'idea complessiva della Rimini dei prossimi cinque e 10 anni". Il bilancio amministrativo "sicuramente soddisfacente" di questi anni è "il punto di partenza e non di arrivo. Bisogna continuare nell'innovazione, tenendo conto del quadro socioeconomico mutato dalla pandemia". Dunque, prosegue, "le città devono ripensarsi intorno alla sanità, all'ambiente, all'educazione, alla sicurezza", superando "una visione dirigista della rappresentazione politica". Da qui la necessità di "attivare forme sistematiche di partecipazione alle scelte amministrative attraverso i Forum partecipativi". 

Per discutere di "flessibilità, rapidità, aggiornamento tecnologico, certezza dei tempi di risposta" della macchina comunale; "potenziamento" delle agevolazioni per gli asili, nuovi poli sanitari, sgravi tributari e incentivi per la riduzione degli affitti per i negozi; sedi comunali diffuse; credito energetico; un grande forum partecipato per Rimini Capitale della Cultura 2024. E ancora: risorse pubbliche orientate alla protezione e ai bisogni sociali e alla scuola, pianificazione di edilizia popolare, specificatamente dedicata ai giovani e alle giovani coppie. Nei prossimi giorni, esaurita questa prima fase di confronto, Sadegholvaad presenterà le sue proposte, "che vengono dal Pd, dai partiti, dalle forze civiche, dalle associazioni di categoria, dai sindacati, dai cittadini, dagli imprenditori. C'è voglia di tornare a rivedere le stelle, c'è l'energia che può e deve essere sprigionata. Non c'è nessuna voglia di tornare all'immobilismo e allo status quo", conclude.

(fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento